Di Marzio: “Cosenza, se il Palermo imbrocca la giornata giusta sono dolori. Embalo e Tutino…”

Le dichiarazioni rilasciate da Gianni Di Marzio, noto dirigente sportivo ed ex allenatore di Cosenza e Palermo, che introduce la gara di Serie B tra rossoblu e rosanero

La parola a Gianni Di Marzio.

Il noto dirigente sportivo, allenatore (nonché in passato consulente del club rosanero) e doppio ex della sfida valevole per la trentesima giornata del torneo di Serie B tra Cosenza e Palermo (essendosi seduto sulla panchina di entrambe le formazioni) è stato intervistato da La Gazzetta del Sud – Ed. Cosenza, proprio in vista del match che vedrà scontrarsi sabato pomeriggio i rossoblu ed i siciliani.

Di seguito un estratto delle dichiarazioni rilasciate dal commentatore televisivo ed opinionista sportivo in merito a diversi temi che ruotano attorno a tale scontro tra i Bruzi di Piero Braglia ed i rosa di Roberto Stellone.

La classifica attuale rispecchia perfettamente i valori visti e da quando esiste il calcio è sempre stato così. Il Cosenza, però, quest’anno, rappresenta un’eccezione alla regola. Se avesse giocato la partita con il Verona magari avrebbe potuto far conto su qualche punto in più. Aver perso a tavolino a causa del terreno di gioco (in miglioramento rispetto ai mesi precedenti: ndc.) ha del clamoroso. Il manto erboso del ‘Marulla‘, ai miei tempi, era un capolavoro, a mio giudizio secondo solo a quello del ‘San Paolo‘ di Napoli. Non ho capito l’esigenza di rovinarlo e posare nuove zolle. Un vero peccato, soprattutto perché la squadra dispone su giocatori con determinate caratteristiche come Embalo, che conosco molto bene per averlo avuto con me a Palermo ed è una forza della natura al netto della ricerca ossessiva del dribbling, e Tutino, che vidi giocare in Inghilterra per la prima volta con le Nazionali giovanili. Occhio al Palermo, però, perché se imbrocca la giornata giusta sono dolori“.

Clicca qui per la prima parte dell’intervista al doppio ex allenatore della sfida tra rossoblu e rosanero: (Di Marzio: “Palermo? Tuffo in una piscina senza acqua, collaborazione fugace. Il Cosenza invece…”)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy