De Angeli: “Ecco come è nata l’idea di prendere il Palermo. Saremmo falliti, io e Foschi ora…”

Le parole dell’amministratore delegato rosanero sulla questione societaria

Da stretta collaboratrice dell’ex patron Maurizio Zamparini a presidente, per poi tornare nuovamente col ruolo di amministratore delegato e proprietaria dei rosanero.

Daniela De Angeli è al lavoro insieme a Rino Foschi, attuale presidente del Palermo, per cercare di lasciare i rosanero in mani sicure e vendere le quote del club di viale del Fante del poter garantire al club un futuro roseo. L’intervento della Damir, con l’imprenditore palermitano Dario Mirri, ha consentito ai siciliani di evitare una penalizzazione in classifica che avrebbe creato non poche difficoltà agli uomini di Roberto Stellone nella corsa promozione, ad oggi resa più complicata da alcuni scivoloni dei rosa. Il salvataggio, però, è avvenuto grazie al prorompente ingresso di Foschi e De Angeli nell’intricata questione societaria che ha tenuto banca in viale del Fante per oltre due mesi, con l’immobilismo degli inglesi che ha causato grandi problemi di gestione al club. Intervistata dal Giornale di Sicilia Daniela De Angeli ha spiegato come, nelle scorse settimane, è arrivata la decisione insieme a Foschi di rilevare le quote del club per cercare investitori sicuri: “Penso che in questo momento l’interesse principale di chiunque ami il Palermo debba essere quello di concorrere a risollevarlo, mettendo da parte inutili protagonismi e proclami. Preferisco lavorare molto e parlare poco. Idea di assumerci il rischio? Eravamo in un tunnel senza uscita, cosa che aveva paralizzato l’attività gestionale e vanificato il lavoro per il quale avevamo ottenuto l’affidamento di fornitori e procuratori. Andando avanti così, il Palermo sarebbe fallito. Inoltre, i nostri dipendenti hanno chiesto direttamente a me e a Foschi di cercare una soluzione. Per questo ci siamo spinti a prendere in mano la società, al solo fine di cederla ad investitori sicuri“.

LEGGI ANCHE:

De Angeli: “Zamparini ancora dentro? Assolutamente no. Con Sport Capital abbiamo perso due mesi…”

De Angeli: “47 milioni di debiti? In realtà sarebbero 41 milioni di crediti, la documentazione data a Mirri…”

De Angeli: “Piano B se salta Mirri? Abbiamo altri potenziali acquirenti. Le notizie in merito ai debiti…”

De Angeli: “Ecco perché abbiamo scelto Mirri, ma non condivido sue affermazioni. Il crowdfunding…”

De Angeli: “Parole di Mirri sulla documentazione? Questione non rilevante. Siamo sicuri che…”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy