Cessione Palermo, parla Tavecchio: “Se manca la documentazione la Federazione non può concedere l’affiliazione. Il rischio…”

Cessione Palermo, parla Tavecchio: “Se manca la documentazione la Federazione non può concedere l’affiliazione. Il rischio…”

L’ex presidente federale parla della normativa che disciplina i passaggi di proprietà all’interno dei club professionistici

Le normative.

Il caso Parma ha portato la Federcalcio a modificare tutta la regolamentazione relativa passaggi di proprietà all’interno dei club professionistici. Sono stati infatti introdotti i requisiti di onorabilità e solidità finanziaria, ma il caso del Palermo rischia di “eludere” queste norme. Il club rosanero ha infatti inviato i documenti alla Lega B che però risultano essere incompleti relativamente alla parte delle garanzie bancarie. Secondo quanto riportato da Il Giornale di Sicilia: “Se la Lega dovesse recepire, seppur fuori tempo, la documentazione completa, Sport Capital Group è riconosciuta come proprietaria del Palermo“.

Intervistato dal quotidiano regionale, l’ex presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio ha spiegato cosa potrebbe accadere qualora il club di viale non dovesse produrre la documentazione richiesta: “C’è sicuramente qualche rischio. Se uno acquisisce più del 10% deve presentare una copertura assicurativa e una lettera di patronage da parte della banca. È chiaro che nel caso in cui il socio, addirittura di maggioranza, non provvede a presentare questa documentazione, la Federazione non può concedere l’affiliazione. Se non le hanno? Devono procurarsele“. Nella giornata odierna, tra l’altro, il caso Palermo verrà trattato nel corso del Consiglio federale. La Lega avrebbe concesso al club di viale del Fante di regolarizzare la propria posizione entro il 16 febbraio, la speranza è quella di non perdere un club e una piazza come quella siciliana per un cavillo burocratico

La normativa è piuttosto chiara: “La mancata presentazione della documentazione o la mancanza, anche parziale di uno solo dei requisiti, non consente il riconoscimento, ai fini sportivi, del trasferimento delle quote e/o azioni all’acquirente e determina l’impossibilità per la società sportiva di associarsi alla Lega per la stagione sportiva immediatamente successiva all’acquisizione – si legge nel comunicato 72/A del 28 luglio 2015″

Alla documentazione che attesti la solidità finanziaria va anche aggiunta l’onorabilità dell’acquirente, che non deve “avere riportato condanna, con sentenza passata in giudicato, a pena detentiva per i reati puniti con pena edittale massima superiore a 5 anni“, né “per i reati di truffa ed appropriazione indebita“. Da viale del Fante assicurano che la prima parte di documentazione verrà integrata con la parte mancante che sta per essere prodotta. Il 16 febbraio la deadline…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy