Cessione Palermo, la presentazione degli inglesi tra risposte insoddisfacenti, soddisfacenti e non argomentate (SCHEDE)

Le discutibili risposte date dai nuovi acquirenti del Palermo Calcio nel corso della conferenza stampa

SODDISFACENTI

RISPOSTE SODDISFACENTI

Paolo Vannini (Corriere dello Sport): “Ci racconta come è nata la trattativa con il Palermo? E’ stato Zamparini a cercare voi oppure voi a cercare lui?”

Richardson: “Negli ultimi sei mesi abbiamo cercato opportunità di questo tipo. Siamo stati noi a cercare il Palermo, è una grande opportunità per noi“.

Valerio Tripi (La Repubblica): “Le vicende giudiziarie hanno influito?”

Richardson: “No“. Poi interviene Belli: “Sono state esaminate, ho spiegato a loro gli step. Abbiamo analizzato tutto nel dettaglio, si sono capiti quali sono gli elementi di rischio e gli approfondimenti che sono stati richiesti dall’acquirente“.

Fabrizio Vitale (Gazzetta dello Sport): “C’è un’idea sull’organigramma?”

Belli: “Non c’è. Oggi è il primo giorno in cui Clive e il suo staff hanno chiesto di poter incontrare tutte le persone per fare degli approfondimenti. Stiamo prendendo visione della realtà del Palermo dal punto di vista organizzativo“.

William Anselmo (Mediagol.it): “Gli investimenti sul calciomercato di gennaio saranno il primo vostro banco di prova, quanto budget avete stanziato?”

Platt: “Capisco questa domanda. Loro chiedono scusa perché ci vogliono un paio di giorni per dare una risposta. Io sono rappresentante della compagnia, do una mano (prende le distanze?). Parlando di gennaio dobbiamo ancora parlarne con quelli della squadra (Foschi, ndr)“.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. nick - 2 anni fa

    Io mi auguro che la figc controlli bene onde evitare nuovi casi Parma.
    Settimane che si parla di riserbo perché la società é quotata in Borsa e si presenta gente che rappresenta una società non quotata attiva da pochi mesi con capitale di 100 sterline. dichiara di non sapere come é strutturata la società(hanno comprato al buio?), non illustrano nessun programma né sportivo né economico e che addirittura non vuole svelare chi finanzia l’operazione.
    Roba inquietante, sembra uno scherzo.
    Tipo prima compriamo e poi vediamo che fare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy