Cessione Palermo, la composizione del futuro CdA: ruolo significativo dei palermitani, Zamparini consulente? Il nuovo stadio…

Cessione Palermo, la composizione del futuro CdA: ruolo significativo dei palermitani, Zamparini consulente? Il nuovo stadio…

Emergono nuovi ed importanti sviluppi relativi al futuro societario del club rosanero

Nuovi ed importanti sviluppi relativi al futuro societario del club rosanero.

(Cessione Palermo, le versioni contrastanti di Zamparini e Follieri: cosa raccontano le carte in nostro possesso)

Secondo quanto riportato all’interno della propria edizione odierna da Il Corriere dello Sport, infatti, la cessione del Palermo Calcio sembrerebbe sempre più vicina: starebbero proseguendo i contatti fra il patron Maurizio Zamparini e la cordata pronta ad acquisire le quote di maggioranza della società siciliana, con la trattativa che potrebbe essere caratterizzata da una forte accelerata addirittura nelle prossime ore, ma con dei dettagli riguardanti l’accordo ancora da definire su diversi piani.

In particolare, il noto quotidiano sportivo nazionale sopracitato, fa riferimento alla probabile nuova composizione del futuro Consiglio di Amministrazione in caso di cessione della società da parte dell’imprenditore friulano, il quale avrebbe decisamente fretta di vendere il club e a tal proposito: “[…]sarebbe infatti pronto un preliminare d’intesa che dovrà essere firmato, se già non lo è stato, anche prima dell’approvazione del bilancio (ovvero prima del 10 novembre ndr.)”.

(Cessione Palermo, parla Zamparini: “Entro 10 giorni un preliminare, per il vero closing…”)

La nuova dirigenza ed il nuovo CdA del Palermo Calcio potrebbero così divenire un miscuglio fra soggetti palermitani e rappresentanti della nuova proprietà, i cui principali obiettivi sul piano degli investimenti sembrerebbero restare la costruzione del nuovo stadio e del centro sportivo: “I palermitani dovrebbero avere un ruolo significativo nel nuovo CdA. Un misto tra elementi del fondo e simboli rosanero, punti di riferimento per le attese della città, figure che offrono elementi positivi sul piano amministrativo e morale. Chi investe sulla società punta anche alla costruzione dello stadio e del centro sportivo, quindi al dialogo con le istituzioni“.

Questa settimana potrebbe dunque risultare decisiva per l’avvenire del club di Viale del Fante e non è da escludere, tra le altre cose, che anche cedendo l’intero pacchetto azionario della società rosanero, il patron Maurizio Zamparini possa comunque non uscire del tutto dall’ambiente palermitano ed assumere così un ruolo di consulente per quanto riguarda il ramo sportivo.

(Cessione Palermo, Zamparini pronto a vendere in settimana: non si tratta di Ponte o Follieri ma…)

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto-Londra - 12 mesi fa

    Vediamo un attimo di ricapitolare: quando si parla di palermitani con un ruolo attivo a chi ci riferiamo? all’associazione industriali con i quali Zamparini si incontro’ tempo addietro? Se tali imprenditori fossero davvero interessati, una maniera per rilevare il Palermo la troverebbero e dubito abbiano bisogno di Zamparini per I progetti collaterali. Per cui mi chiedo: ma non e’ che dietro questo fantimatico gruppo ci sono Sagramola e Micciche’?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Silipo - 12 mesi fa

    Consulente sportivo? ma di che? Deve sparire da Palermo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. sbt5 - 12 mesi fa

    Siiiiiiii
    Non vediamo l ora che rimanga nel ramo sportivo con tutti guasti che ha combinato negli ultimi sei anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Vicé - 12 mesi fa

    Non si sa chi è il compratore (sempre che esista), non c’è stato un preliminare,non è stato manco approvato il bilancio.peró già stanno preparando il cda????
    Ma la fonte di queste notizie é il friulano?? perché pare una gara a chi le spara più grosse. Venduto in due settimane a due compratori diversi con tanto tanto di accordi vincolanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Nanni - 12 mesi fa

    Va tutto bene, ma non riesco a capire una cosa: il Barbera è uno stadio fantastico , sia per la posizione che per la visione della partita; probabilmente non è idoneo a contenere le famose attività collaterali che sembrerebbero assicurare fantastici introiti. Ma non si potrebbe trasformare, modificare? Un altro stadio perderebbe il meraviglioso panorama della Favorita, non so se avrebbe lo stesso fascino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eterno Palermo - 12 mesi fa

      Eh sì caro amico mio perché ad oggi Il problema è dove posizionare lo stadio con tutti i guai che abbiamo con questo signor presidente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Nanni - 12 mesi fa

        Perdonami, il mio ” va tutto bene ” era così, per carità di patria, per non infierire troppo. Speriamo bene.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy