Cessione Palermo, il retroscena: Facile chiede la buonuscita ma gli viene riconosciuto un rimborso

Cessione Palermo, il retroscena: Facile chiede la buonuscita ma gli viene riconosciuto un rimborso

Termina il mandato dell’ormai ex ad Emanuele Facile, l’unico volto della cordata inglese: fino all’ultimo ha provato ad ottenere il massimo come buonuscita, gli è stato concesso un rimborso

Quarantasette giorni, neanche un euro immesso e una buonuscita

La breve era di Sport Capital Group a Palermo è in questo modo finita ed allo stesso modo è terminato anche il mandato da amministratore delegato di Emanuele Facile, unico vero volto di questa cordata britannica che per un mese e mezzo ha fatto davvero temere il peggio all’intero popolo rosanero.

(Cessione Palermo, via gli inglesi e club in mano a De Angeli-Foschi: è Preziosi l’uomo della provvidenza?)

Nelle casse della società siciliana, come riportato stamane da Il Giornale di Sicilia, non soltanto non sarebbero stati immessi capitali in questo periodo apparentemente ristretto ma inoltre, nonostante tutto, chi ha gestito il club in questo lasso di tempo avrebbe anche avanzato delle richieste economiche tali da rimettere in discussione tutto l’affare relativo a questa ennesima svolta societaria: ciò sarebbe accaduto con le trattative di qualche giorno fa e si sarebbe ripetuto pure ieri, quando ad un certo punto sembrava non ci fossero più i presupposti per strappare le quote del club rosanero dalla compagnia londinese.

(Cessione Palermo, parla l’avv. Di Trapani: “Vi racconto la trattativa con Follieri, ecco perchè è saltato tutto. Negati documenti fondamentali…”)

L’ormai ex a.d. Facile, nella mattinata di ieri, avrebbe infatti domandato che gli venisse riconosciuta una liquidazione per il lavoro svolto in questi quarantasette giorni. Una condizione che dopo diverse ore di lavoro per riportare la società in mani sicure, avrebbe potuto mettere a repentaglio l’intera operazione. I legali dell’ex patron rosanero Maurizio Zamparini, i quali hanno avviato un procedimento di messa in mora proprio per l’inadempienza di Sport Capital Group, avrebbero cercato di scendere ulteriormente a patti per evitare che il Palermo Calcio rimanesse fra le dita di chi lo ha acquistato a dieci euro senza fornire nessun tipo di sostegno economico per la gestione dello stesso. Alla fine, però, il tutto si sarebbe risolto e concluso con una sorta di rimborso: una somma relativa agli impegni presi dall’ex amministratore delegato in questo corto periodo, spese incluse.

(Palermo, Foschi nuovo presidente: soluzione transitoria, c’è già un investitore. Il comunicato)

Questo, come riportato all’interno della propria edizione odierna dal noto quotidiano regionale, è quanto gli sarebbe stato riconosciuto al termine di un’estenuante trattativa per la cessione del club: “Che gli ex proprietari stessero cercando di ‘strappare’ qualche soldo in più rispetto a quanto investito è parso evidente sin da quando Follieri ha deciso di rendere note le condizioni a cui avrebbe voluto acquistare il Palermo. Nel prospetto pubblicato dal finanziere italo-americano spuntò infatti una somma pari a 1,2 milioni da riconoscere a Sport Capital Group come corrispettivo per la cessione. Una maxi plusvalenza da 1.199.990 euro dopo aver rischiato di portare il club rosanero al dissesto, cifra che nessuno degli altri aspiranti acquirenti avrebbe mai pensato di concedere agli inglesi. Per questo i negoziati si sono interrotti con tutti, dagli americani di York Capital Management agli italiani di Carisma Spa, ma i precedenti interlocutori possono tornare in corsa ora che Facile e compagnia hanno salutato. Con un assegno in mano, ma poteva andare peggio“.

(Palermo, cedute quote a Daniela De Angeli: il comunicato della Sport Capital Group)

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto-Londra - 7 mesi fa

    Ma davvero la gente crede agli asini che volano?
    Felice ha rapporti imprenditoriali con Zamparini, Felice e Belli con la regia di Coen, amico di Zamparini, organizzano questa farsa con attori inglesi sconosciuti, tranne Platt che guadagnato il gettone di presenza scappa via.
    Io credo che ciò che li ha fregati è stato il tempo.
    Le vicende giudiziarie di Zamparini hanno dato una brusca accelerata e loro hanno dovuto improvvisare, nella speranza che qualcuno abboccasse.
    Per me Zamparini usciva dalla porta e rientrava dalla finestra acquistando il bond che Belli e Felice speravano di emettere. I soldi andavano a ripianare i conti, ma non erano più dati a fondo perduto: in cambio avrebbe vantato un credito e riscosso gli interessi del bond.
    Ma davvero una nuova proprietà lascerebbe i vecchi amministratori in carica dopo i danni che hanno fatto?
    Se rimangono vuol dire che fanno parte del gioco.
    Intanto Felice se ne esce col rimborso spese, che ammonta a?
    Nessuno dice la cifra.
    Né chi l’abbia pagata.
    Vediamo cosa succede.
    Zamparini non è fissa.
    Chi pensa che sia stato raggirato, non ha capito chi è il vero regista di questo film.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. martinoro59 - 7 mesi fa

    Non capisco una cosa, ma questi signori si sono presi la società senza versare soldi, con chissà quale intento (non hanno mai chiarito NULLA) hanno creato un mare di problemi nella campagna acquisti, e ora pretendevano pure 1 miliardo e 300 mila euro? Ma questa scusate non è un tentativo di estorsione? (PENALE)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. spargi49 - 7 mesi fa

    Quello che mi meraviglia non è il comportamento di sciacalli di questi inglesi,in quanto finanziaria e poverino chi ci cade dentro, purtroppo chi ha necessità di affida agli strozzini che non sono altro che le finanziarie per le società,ma che un vecchio imprenditore si sia fatto abbindolare in questo modo ma tant’è, forse l’età e i guai giudiziari hanno contribuito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-1072947 - 7 mesi fa

    Ma non hanno dignità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-5345498 - 7 mesi fa

    Sciacalli…. vergogna!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ippolito - 7 mesi fa

      questo è il mio ultimo regalo alla citta di palermo…vi lascio in buone mani questi inglesi hanno i soldi …M.Zamparini!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy