Catanzaro-Palermo, il doppio ex Criniti: “Il pareggio non serve a nessuno. Mi sorprende una cosa”

Le dichiarazioni rilasciate dall’ex attaccante di Catanzaro e Palermo

Poco più di tre ore e sarà Catanzaro-Palermo.

Intervistato ai microfoni di ‘TuttoC.com’, Antonio Criniti – doppio ex di turno – ha detto la sua in vista della sfida in programma alle ore 17.30 allo Stadio “Nicola Ceravolo”. Il classe 1970, che ha iniziato la propria carriera in quel di Catanzaro, ha vestito la maglia rosanero nella stagione 1994-1995. “Credo che la partita col Palermo sia un banco di prova per il futuro del Catanzaro che viene da una sonora sconfitta a Terni. Non può sbagliare altrimenti entra in un tunnel dal quale non ne uscirà tanto facilmente”, sono state le sue parole.

CATANZARO – “Mi sembra un po’ prematuro mettere in discussione Calabro. Ma conosco la piazza giallorossa e credo che non sia facile per lui gestire il momento non troppo brillante, ma qui a Catanzaro può succedere anche un esonero dopo poco tempo. Se mi aspettavo di più? No, quest’anno secondo me la società ha badato più a rinnovare la dirigenza, perdendo di vista più che altro il rafforzamento dell’organico. Ciò non toglie che abbia in rosa elementi di spicco e forti per la categoria”.

PALERMO – “Parliamo di una piazza incredibile. Non mi aspettavo un avvio così in salita, credevo che dopo l’inferno dei dilettanti Palermo investisse di più. Quanto meno per un piazzamento playoff, invece non è stato fatto. E reputo questa cosa sorprendente perché quella rosanero è una delle piazze più belle e importanti d’Italia. Mi aspetto una partita aperta e senza tatticismi anche perché il pareggio non servirebbe a nessuno”, ha concluso Criniti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy