Catanzaro, domani il recupero contro il Palermo: l’attacco sarà affidato ad un ex bomber rosanero

Curiale è a caccia del suo primo gol in giallorosso

Un giorno e sarà Catanzaro-Palermo.

Un momento certamente complicato per entrambe le compagini che domani pomeriggio si sfideranno fra le mura dello Stadio “Nicola Ceravolo”. I padroni di casa sono reduci dalla notte sconfitta patita in trasferta contro la Ternana: un 5-1 che sembrava potesse essere fatale al tecnico Antonio Calabro. Nei giorni scorsi, infatti, sono iniziate a circolare voci circa un possibile esonero. Ipotesi poi smentita dalla stessa società, che ha ribadito la propria fiducia all’allenatore.

A Terni, “gli umbri hanno surclassato Corapi e compagni sui piani strategico, tattico, tecnico, dell’intensità e della cattiveria agonistica, su quello fisico”, con Calabro che in vista della partita contro gli uomini di Roberto Boscaglia, “deve rimettere insieme i pezzi del puzzle mandato all’aria dalla capolista”, scrive l’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’.

L’attacco è il reparto più problematico. Il palermitano Di Piazza è fermo ai box a causa di uno stiramento, Evacuo – non ancora al top – è stato schierato tre volte di fila titolare, ma dopo il timbro all’esordio non è più andato a segno. “Il tentativo di riscossa sarà affidato a Curiale, a caccia del suo 1° sigillo in giallorosso e della conferma di una legge: quella dell’ex”, si legge. Il centravanti del Catanzaro ha iniziato la sua carriera proprio a Palermo: sei stagioni in rosanero, ma mai in prima squadra, mentre con la maglia della Primavera ha messo a segno 28 reti. “Tuttavia, più che dare un dispiacere al suo vecchio club, Curiale dovrà rimettere in carreggiata il Catanzaro”, conclude la Rosea.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy