Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

l'intervista

Castagnini-Mediagol: “Odjer ok in un Palermo che gira. Brunori brilla dall’inizio”

Castagnini-Mediagol: “Odjer ok in un Palermo che gira. Brunori brilla dall’inizio”

L'intervista esclusiva concessa dal direttore sportivo del Palermo, Renzo Castagnini, alla redazione di Mediagol.it

⚽️

Intervista realizzata da Leandro Ficarra e Noemi Cusano

Tre a zero. E' questo il risultato finale maturato domenica pomeriggio allo Stadio "Renzo Barbera". Una vittoria, quella conquistata dal Palermo ai danni del Foggia di mister Zeman, centrata grazie alle reti messe a segno da Roberto Floriano, Matteo Brunori ed Edoardo Soleri. Tra i protagonisti del match, anche Moses Odjer. L'inserimento del centrocampista ghanese al fianco di Francesco De Rose è stato certamente prezioso in termini di equilibrio, con il classe 1996 che ha dato fosforo e sostanza in fase di copertura. Intervistato in esclusiva nel corso del format di approfondimento calcistico "RadioMediagol", il direttore sportivo del Palermo Renzo Castagnini ha analizzato le prestazioni offerte dai singoli in occasione della sfida valevole per l'ottava giornata del campionato del Girone C di Serie C.

"Odjer ha fatto una partita importante al pari dei suoi compagni. Anche quelli che sono entrati a partita in corso hanno fatto una buona gara. Quando si gioca da gruppo, e tutti giocano ad un certo livello, i risultati arrivano. Se qualcuno non fa la prestazione diventa complicato. Le partite in sette-otto non si vincono mai. Le partite si vincono quando tutti hanno una grande condizione ed un approccio di un certo livello. Ieri è stato così, Odjer ha avuto la fortuna di conquistare una maglia da titolare quando tutti i compagni hanno fatto il loro dovere. E lui ha fatto vedere quelle che sono le sue qualità. Brunori? Mi sembra che abbia fatto bene anche quando non ha segnato. Da un attaccante ci si aspetta sempre che faccia gol. Brunori ha nelle corde di fare tanti gol in questa categoria, perché ha qualità importanti. Ma anche Brunori, come tutti, deve essere supportato dalla squadra. Un attaccante, se la squadra non fa un certo gioco, è difficile che da solo riesca a far gol e vincere le partite. Di Brunori siamo contenti".