Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

l'intervista

Castagnini: “Lucca? Facile parlare adesso, Mirri voleva tenerlo. E’ pronto per la A”

Castagnini: “Lucca? Facile parlare adesso, Mirri voleva tenerlo. E’ pronto per la A”

L'intervista esclusiva concessa dal direttore sportivo del Palermo, Renzo Castagnini, alla redazione di Mediagol.it

⚽️

Intervista realizzata da Leandro Ficarra e Noemi Cusano

Un presente dirompente ed un futuro sempre più radioso. La parabola ascendente di Lorenzo Lucca sta destando l'attenzione di media ed addetti ai lavori. Capocannoniere in Serie B con il Pisa, attuale capolista del torneo cadetto, il classe 2000 ha metabolizzato nel migliore dei modi il salto di categoria dopo una stagione brillante in C con la maglia del Palermo. Sei i gol messi a segno in sette partite da Lucca - 19 in totale nei suoi primi dieci mesi da professionista - già nel giro dell'Italia Under 21 ed ormai prossimo alla convocazione nella Nazionale maggiore di Roberto Mancini. Ma non solo; il gigante di Moncalieri è tra i profili maggiormente monitorati dalle big del nostro calcio. Renzo Castagnini, direttore sportivo del Palermo - intervistato in esclusiva nel corso del format di approfondimento calcistico "RadioMediagol" - si è espresso in merito a qualità e prospettive del calciatore, tornando a parlare della trattativa relativa al trasferimento di Lucca alla corte di Luca D'Angelo.

"Lucca è un giocatore che abbiamo portato a Palermo a gennaio 2020 in Serie D. Avevamo Sforzini e Ricciardo, lui era una giovane scommessa che ci piaceva molto. Ha fatto poco in D, ma ciò nonostante l'abbiamo confermato anche in Serie C. Con l'amministratore gli abbiamo fatto un contratto di quattro anni. Credevamo in lui e non l'abbiamo ceduto per una necessità economica. Il presidente voleva tenerlo, ma il ragazzo se ne voleva andare. E quando un giocatore vuole andare via, anche legittimamente, devi lasciarlo andare perché si tratta di un ragazzo giovane. Noi crediamo di aver fatto un'ottima operazione, perché si tratta di cifre importanti per un giocatore che ha disputato un solo campionato di Serie C, anche se in una piazza come Palermo. Siamo tutti contenti. E' stato coraggioso chi l'ha acquistato. Un'operazione nella norma, poi ognuno la può vedere come vuole. Con il senno di poi le cose sono sempre facili, ora sta facendo tanti gol e tutti ne parlano. Se non avesse segnato con questa continuità avrebbero parlato di affare del secolo per il Palermo. Per noi e per tutti gli addetti ai lavori è stato un affare importante. E' stata un'operazione ponderata, non ci sono rimpianti. Se molte big del nostro calcio dovrebbero mordersi le mani? Tutte o nessuno. E' sempre difficile andare a prendere un ragazzo dalla Serie C e catapultarlo in A. Ritengo, però, che Lucca sia pronto per giocare in Serie A, perché non ha patito il salto di categoria. Anzi... probabilmente più gioca con calciatori forti, più diventa bravo. Fisicamente è un giocatore che tiene alla grande".

tutte le notizie di