Caos Palermo, GFS rivela: “Facile mentiva al CdA, aspettava Guidolin per licenziare Foschi…”

Caos Palermo, GFS rivela: “Facile mentiva al CdA, aspettava Guidolin per licenziare Foschi…”

La Global Futures Sports ha rilasciato un comunicato ufficiale attraverso il quale si è difesa dalle accuse di Emanuele Facile

Il duro attacco della Global Futures Sports.

Nella giornata odierna la società inglese, ufficialmente fuori da tutte le questioni legate al Palermo, ha diramato un clamoroso comunicato ufficiale, all’interno del quale venivano chiariti tutti i dubbi legati al lavoro svolto da Clive Richardson e Dean Holdsworth.

CAOS PALERMO: LA GLOBAL FUTURES SPORTS SVELA I RETROSCENA DEL DIVORZIO IN UN CLAMOROSO COMUNICATO

Nella parte finale del documento, la società inglese ha parlato della trattativa che avrebbe dovuto portare Niklas Gunnarsson in rosanero, accusando l’amministratore delegato Emanuele Facile di aver mentito al consiglio d’amministrazione relativamente alla gestione della posizione di Rino Foschi.

Alle ore 15:00 di quel giorno Dean e il mio team siamo stati informati e abbiamo immediatamente cercato di vedere quali giocatori potevano essere portati a Palermo. Ci è stato dato un elenco di giocatori da vendere o mandare in prestito dal club. Il 29 gennaio ho ricevuto una e-mail dal sig. Emanuele Facile il quale affermava che stavano gestendo il processo di licenziamento del sig. Foschi, al momento non avevamo alcun interessamento dai club di Premier League per Nestorovski. Il 29 gennaio è stato anche portato alla mia attenzione che Niklas non era ancora stato registrato dal club, abbiamo sollevato la questione nel corso di una riunione del consiglio il 30 gennaio, dove Emanuele Facile è stato incaricato di assicurarsi che fosse ingaggiato dal club senza ulteriori ritardi. Nel corso dello stesso consiglio di amministrazione Emanuele Facile ci ha aggiornato sulla posizione di Foschi, affermando che stava ‘trattando’ con lui e stava solo assicurando che il suo licenziamento fosse stato fatto legalmente per evitare danni alla compagnia e che avrebbe voluto annunciare un sostituto. Durante questa riunione del consiglio di amministrazione e nelle e-mail ricevute dal signor Emanuele Facile quel giorno, egli ha anche dichiarato di aver individuato e contattato Francesco Guidolin come sostituto del signor Foschi e che stava aspettando la sua risposta prima di annunciare la partenza del signor Foschi. Da allora abbiamo appreso che anche questa volta poteva essere una completa invenzione di Emanuele Facile. Un comunicato stampa ufficiale che annunciava la partenza del signor Foschi è stato preparato il 30 gennaio alle ore 20:41, ne ho ricevuto una copia via e-mail. E’ stato in quel momento che Emanuele Facile si è rifiutato di permettere a Dean Holdsworth di visitare le sedi del club il 31 gennaio, al momento non abbiamo pensato a nulla, in quanto ritenevamo che fosse dovuto al rapporto teso creato dal signor Emanuele Facile tra Mr Foschi e Dean. Tra il 29 e il 31 gennaio la mia squadra ha lavorato tutto il giorno per selezionare giocatori e giocatori per il Palermo. Una lista di calciatori da portare al club è stata inviata via email al consiglio il 29 gennaio per essere approvata. È stato anche concordato che, a causa dei problemi causati a Niklas al momento del suo arrivo a Palermo, il signor Jake Lee si recasse a Palermo il 31 e si tenesse pronto per l’arrivo di nuovi giocatori. Il signor Emanuele Facile è stato avvisato il 31 gennaio alle 05:56 delle decisioni del consiglio di amministrazione e le azioni che lui stesso aveva accettato. Senza discutere con il consiglio, non ha eseguito le azioni concordate. Ci è apparso evidente che il signor Emanuele Facile stava dicendo vistose menzogne ​​al consiglio di amministrazione sul suo rapporto con il signor Foschi, che in realtà non era stato licenziato e gli stava comunicando tutte le informazioni riguardanti i giocatori dentro e fuori dal club. Gli eventi di quel giorno sono una storia a parte, inutile dire che in tutti i miei anni di attività non ho mai visto un comportamento così poco professionale da parte di un individuo. A questo punto, dati tutti i problemi e il mancato pagamento delle fatture, noi come società avevamo già informato i membri del consiglio che avremmo lasciato il club dopo la chiusura della finestra di mercato, le nostre posizioni erano diventate insostenibili e non volevamo ulteriori coinvolgimenti con il club, e in effetti Global Futures Sport si rammarica di non essere mai stato coinvolta in prima persona”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy