Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

CALCIOMERCATO PALERMO

Calciomercato Palermo, tentazione Saric: offerta del club rosa all’Ascoli. I dettagli

Saric
Il Palermo targato City Football Group avrebbe presentato un'offerta all'Ascoli

Mediagol ⚽️

Atterrato in città nella giornata di ieri, il nuovo tecnico del Palermo FC Eugenio Corini guiderà oggi il suo primo allenamento della sua seconda parentesi sulla panchina rosanero, dopo la breve esperienza in serie A nella stagione 2016-2017.

Icona, capitano, leader tecnico e carismatico da calciatore ai fasti dell'era Zamparini, il coach nativo di Bagnolo Mella è stato il prescelto al culmine dell'articolato e minuzioso casting improntato dal management del City Football Group per designare l'erede del dimissionario Silvio Baldini.

Il classe 1970 cercherà di plasmare l'organico a disposizione sotto il profilo concettuale e tattico, ispirando le prossime mosse in sede di calciomercato della dirigenza rosanero in funzione del suo credo calcistico. Con la nuova gestione tecnica targata Corini, il 4-2-3-1, marchio di fabbrica della compagine siciliana durante il mandato di Silvio Baldini, dovrebbe gradualmente lasciare spazio ad altri sistemi di gioco. Scrutando il background professionale del nuovo allenatore rosanero, è presumibile che si viri su un classico 4-3-3, modulo che, all'occorrenza, può trasformarsi nel tipico rombo con un elastico tra le linee a supporto delle due punte (4-3-1-2).

Con De Rose che pare ormai sul piede di partenza, Luperiniai box e comunque oggetto di attenzione di numerosi club di Serie B (Perugia, Ascoli e Frosinone in testa) il centrocampo è chiaramente il reparto che necessita di maggiori innesti in ragione delle contingenze presenti e future.

Le uniche certezze in zona nevralgica sono attualmente Damiani e Broh, motivo per cui è logico ipotizzare almeno altri due- tre tasselli in entrata per completare il mosaico nel reparto.

Un profilo particolarmente duttile ed interessante in quest'ottica è certamente quello di Dario Saric, talentuoso centrocampista di proprietà dell'Ascoli già monitorato da alcuni club di Serie A. Il calciatore di origine bosniaca, già nel giro della propria Nazionale ma nato in Italia, precisamente a Cento, è seguito con particolare attenzione da Sampdoria e Torino, tra le altre, ed ha un contratto in essere con l'Ascoli con scadenza 2024.

Mezzala eclettica e polivalente che abbina dinamismo e qualità, il classe 1997 è in grado di interpretare con discreta padronanza anche il ruolo di trequartista.

Nelle file del club marchigiano, Saric ha collezionato ben sessantotto presenze, tra campionato, playoff e Coppa Italia, impreziosite da cinque gol e sei assist vincenti.  Protagonista assoluto nella vittoria in trasferta della squadra di Bucchi contro il Venezia, il classe 1997 ha sfoderato una performance dominante in mediana, siglando la rete che ha sbloccato il match e conferendo il suo imprinting a tutte le azioni pericolose dei bianconeri.

Secondo indiscrezioni raccolte da Mediagol.it, il Palermo sta provando ad inserirsi nella corsa all'acquisizione del cartellino  del calciatore.

Statura tecnica e versatilità tattica del ragazzo sono molto apprezzate da dirigenza ed area tecnica rosanero, con in testa il direttore sportivo Leandro Rinaudo ed il polo di riferimento dello scouting citizens,Luciano Zavagno. Il club di viale del Fante avrebbe già formulato un'offerta all'Ascoli per rilevare a titolo definitivo il cartellino del classe 1997. L'ex Carpi vedrebbe di buon grado l'ipotesi di un trasferimento in Sicilia alla corte di Eugenio Corini.

Tuttavia, l'offerta del Palermo, come già sottolineato, non sarebbe la sola pervenuta alla società marchigiana.

La posizione dell'Ascoli è piuttosto chiara: l'auspicio del management bianconero è quello di riuscire a trattenere il calciatore, tuttavia, se appurata incontrovertibilmente la sua volontà di cambiare aria per ambizioni carrieristiche e professionali, l'intento è quello di cederlo ad un club di Serie A per  evitare di rinforzare una possibile contendente in categoria. Nel caso in cui il Palermo riuscisse a superare la qualificata e serrata concorrenza, trovando il punto di convergenza e la relativa quadra con l'Ascoli,  lavorerebbe con l'entourage del centrocampista alla stipula di un contratto triennale con scadenza 2025.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti...