Boscaglia: “La squadra ha dato il massimo, non abbiamo terzini sinistri. Doda e Marconi…”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico del Palermo

“Cerco di mettere in campo la formazione migliore, ma questo era prevedibile: abbiamo dovuto cambiare sistema di gioco rispetto a quello provato in ritiro”.

Parola di Roberto Boscaglia. Il tecnico del Palermo è intervenuto in conferenza stampa al termine della sfida contro l’Avellino, andata in scena questo pomeriggio allo Stadio “Renzo Barbera”. Di seguito, le sue dichiarazioni.

“Devo ringraziare i ragazzi che hanno fatto il massimo, alcuni in ruoli anche non loro. La disponibilità dei miei è stata straordinaria, dobbiamo capire cosa posiamo fare di più e cercare di limitare i danni aspettando tempi migliori. Attacco? Manca la continuità delle partite, delle azioni e della conoscenza per sbloccarci. Oggi abbiamo trovato anche una squadra molto abbottonata. Non c’era tantissimo spazio, loro rimanevano sempre quattro o cinque dietro e quindi non è stato semplice per i nostri attaccanti. Dobbiamo lavorare e attendere che si faccia gol, poi sono sicuro che tutto migliorerà”, ha spiegato.

DA DODA A MARCONI – “Doda era affaticassimo e ha chiesto il cambio, Marconi ha avuto un risentimento all’adduttore. Io non ero nervoso, era un modo come una altro per spingere la squadra. La mia intenzione era quella di spronare i ragazzi per farli andare oltre ogni limite. Pensiamo alla prossima gara, ma dobbiamo rivedere questa partita per capire gli errori e lavorarci sopra. Mi sembra che Kanoute fosse a disagio a destra e abbiamo adottato questa soluzione sullo 0-1. Parliamoci chiaro: non abbiamo terzini sinistri. Per questo abbiamo adottato una difesa a tre con gli esterni di centrocampo offensivi. Kanoute non mi è sembrato a disagio, sul secondo gol c’è stato solo un disagio. Dobbiamo recuperare i giocatori e li dobbiamo mettere nelle condizioni migliori, questo lo si raggiunge solo giocando. Devono trovare una condizione migliore, avere la rosa ampia a disposizione ti dà anche la possibilità di cambiare. Stiamo sereni e lavoriamo, è un avvio che non volevamo ma dobbiamo calarci nella categoria e bisogna crescere anche nelle piccole cose”, ha concluso.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sbt5 - 1 settimana fa

    Difesa a tre con esterni di centrocampo offensivi ? E che sarebbero il terzino destro Doda ? Ma cosa è per te un esterno offensivo ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy