Bilancio Palermo, i conti rimangono in rosso: arriva comunque l’ok del CdA, adesso…

Bilancio Palermo, i conti rimangono in rosso: arriva comunque l’ok del CdA, adesso…

Il Consiglio di Amministrazione del Palermo Calcio, nella giornata di ieri, ha firmato ed approvato il bilancio al 30 giugno del 2018, anche se, con ogni probabilità, con i conti ancora in rosso

La tanto attesa fumata bianca alla fine è arrivata in casa rosanero.

(Cessione Palermo Calcio, Zamparini congeda Follieri: “Per me è morto, l’avvocato Anania…”)

Il Consiglio di Amministrazione del Palermo Calcio, nella giornata di ieri, ha infatti firmato ed approvato il bilancio al 30 giugno del 2018, anche se, con ogni probabilità, con i conti ancora in rosso. Questo in sintesi quanto si legge all’interno dell’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia, che afferma inoltre come il ritardo nella così attesa firma potrebbe essere stato dovuto ad un possibile alleggerimento della perdita per evitare quanto previsto dagli articoli 2446 e 2482-bis del Codice civile, ovvero che un risultato negativo per circa 10 milioni di euro avrebbe potuto obbligare la proprietà siciliana alla riduzione del capitale, alla copertura della perdita o addirittura alla liquidazione, ma ora tale perdita dovrebbe essere inferiore alle previsioni fatte in precedenza.

Approfondisci qui: (Palermo, slitta la nomina di Ponte a presidente del club: il CdA deve prima approvare il bilancio…)

In seguito al nulla di fatto del 26 settembre prima e del 10 ottobre poi, è infine arrivata ieri la firma della presidentessa del CdADaniela De Angeli. Adesso si aspetta il parere del collegio sindacale, che darà il proprio verdetto solo dopo le osservazioni della società di revisione (la Baker Tilly Revisa), previste entro due settimane. In seguito a ciò, l’assemblea dei soci convocata per il 10 novembre dovrebbe dare l’approvazione definitiva, in tempo per rispettare ed obbedire alle scadenze della Covisoc, che per il deposito dei bilanci prevede 15 giorni dall’ultimo giorno utile per l’approvazione dei soci. La scadenza, sempre secondo quanto riferito dal noto quotidiano regionale sopracitato, è ora fissata al 15 novembre ed il Palermo, dunque, non andrebbe incontro a deferimenti con rischio di penalizzazioni.

(Cessione Palermo, le versioni contrastanti di Zamparini e Follieri: cosa raccontano le carte in nostro possesso)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy