Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

L'INTERVISTA

Berti: “Poker di gioielli ex Carrarese in B. Io nel Palermo futuro? Rispondo così”

Berti: “Poker di gioielli ex Carrarese in B. Io nel Palermo futuro? Rispondo così”

L'intervista esclusiva concessa da Gianluca Berti, ex portiere del Palermo ed icona rosanero della storica promozione in Serie A del club siciliano, dopo trentadue anni, nella stagione 2003-2004, alla redazione di Mediagol.it

Mediagol (sc) ⚽️

Il profilo di Gianluca Berti rievoca ricordi dolci, esaltanti e calcisticamente epici, nella mente e nel cuore dei tifosi del Palermo. Leader performante in entrambe le esperienze da portiere nel capoluogo siciliano, nel 1995-1996 con il Palermo autoctono di Arcoleo, nel 2003-2004 con la corazzata di Guidolin che conquistò lo storico ritorno in Serie A della compagine rosanero. Chiusa una carriera agonistica di assoluto livello, sempre in auge tra Serie A e torneo cadetto, il classe 1967  ha intrapreso il percorso da dirigente, facendosi apprezzare per intuito, competenza e professionalità. L'ex dg della Carrarese ha concesso un'interessante intervista alla redazione di Mediagol.it.

"Quella del Palermo mi sembra una rosa molto competitiva anche nel reparto difensivo, è normale che se ci fosse una ciliegina sulla torta in sede di calciomercato invernale sarebbe una grande cosa. Sono sicuro che se a gennaio la squadra dovesse trovarsi in quella posizione in classifica, la dirigenza farà qualcosa per migliorare una squadra già di livello. Silipo e Soleri? Li conosco molto bene, parliamo di due giocatori importanti. Devono stare molto tranquilli perché essendo giovani di talento e prospettiva vorranno spaccare il mondo, devono invece lavorare mentalmente e mettersi in testa di fare delle cose semplici senza strafare. Sono due elementi con ampi margini di miglioramento. Mio percorso da dirigente? Mi è capitata questa opportunità quattro anni fa, arrivai alla Carrarese insieme a Silvio Baldini. In quel momento c'erano pochissimi giocatori e quindi costruimmo da zero una squadra comunque competitiva che riuscì a chiudere il campionato sesta. L'anno dopo arrivammo quarti e l'anno ancora successivo secondi, con un budget molto ridotto. Questo mi riempie d'orgoglio anche perché vi sono diversi giocatori che attualmente militano in Serie B che sono passati proprio dalla Carrarese: Vaglietti (Pordenone), Piscopo (SPAL), Manzari (Frosinone) e Schirò (Crotone). Questo vuole dire che capisco ancora qualcosa (ride ndr). Ipotetico futuro manageriale al Palermo? Sarebbe veramente spettacolare, ora lasciamo lavorare la dirigenza rosanero che sta facendo benissimo e non mi permetterei mai di scavalcare qualcuno. Ovviamente, non potrei mai rifiutare una chiamata del Palermo, sarei già sull'aereo. Serie A? Mi diverto molto a guardarla, quest'anno c'è un gruppetto che può giocarsela e sono convinto che sarà avvincente fino alla fine. Futuro? Io quest'anno mi sono incontrato con una squadra di B e la cosa sembrava quasi in dirittura d'arrivo, poi hanno fatto un'altra scelta. Ho ricevuto delle offerte da vari club in Serie C che però non erano di mio gradimento, al momento mi sto aggiornando e spero che qualcuno nel prossimo futuro si ricordi di me. Verrò con grande piacere a Palermo prossimamente, magari per seguire dal "Barbera" una partita di campionato."

tutte le notizie di