Baroni: “Play-off? Vince chi ha più birra in campo. Palermo e Frosinone hanno un vantaggio…”

Baroni: “Play-off? Vince chi ha più birra in campo. Palermo e Frosinone hanno un vantaggio…”

Le parole di Marco Baroni, ex tecnico del Benevento, che svela la propria ricetta per vincere i play-off di Serie B

L’anno scorso ha vinto i play-off con il Benevento da quinto in classifica, superando i preliminari fino a battere in finale il favorito Carpi.

Parliamo di Marco Baroni, ex tecnico dei sanniti che, intervenuto ai microfoni de La Repubblica, ha svelato la propria ricetta per vincere i play-off di Serie B, analizzando anche vantaggi ed insidie che attendono la formazione rosanero di Roberto Stellone:

Non avere a disposizione due risultati su tre forse è stato un vantaggio. Non sapevamo gestire ma eravamo abituati a vincere. Abbiamo continuato a giocare come avevamo fatto durante tutto l’anno, con un calcio offensivo – ha detto Baroni raccontando l’esperienza dello scorso anno sulla panchina del Benevento -. Bisogna fare i conti con un turno infrasettimanale che svantaggia chi lo gioca. Palermo e Frosinone da questo punto di vista hanno un piccolo vantaggio. I rosa hanno dalla loro una squadra con esperienza e un pubblico eccezionale che quando riempie il “Barbera” fa il differenza.

Il Frosinone invece dovrà riprendersi dal brutto colpo dell’ultima giornata. Squadre come Bari, Palermo e Frosinone poi avranno la pressione di dover vincere. Alla vigilia avrei dato per favorito il Bari per il fattore campo. Il Cittadella è solido, ma i pugliesi hanno maggiore qualità. E il Venezia ha qualcosa in più del Perugia. Conta molto la condizione psicofisica con cui arriva una squadra a questo punto della stagione. Durante i play-off non puoi preparare niente, puoi solo recuperare energie mentali e fisiche fra una partita e l’altra“.

Slittamento play-off e allenatori
Può essere uno svantaggio per chi aspetta: attendere dopo un campionato stressante può essere ancora più logorante, ma i giocatori a volte sanno tirar fuori energie che nemmeno sanno di avere. Pippo Inzaghi conosce il suo gruppo, stesso discorso per Venturato a Cittadella. Nesta invece è subentrato da poco, ma il Perugia ha giocato i play-off l’anno scorso e sa come giocare queste partite. Stellone e Grosso guidano due squadre che hanno fatto un campionato di vertice. I play-off non possono essere considerati un traguardo: partecipare non è un obiettivo, vincerli invece sì. E vince chi ha più birra in corpo: i valori del campionato contano anche agli spareggi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy