Baccaglini: “La Serie A è la prima cosa, poi lo stadio. Screzi con Zamparini? Vi racconto tutto”

Baccaglini: “La Serie A è la prima cosa, poi lo stadio. Screzi con Zamparini? Vi racconto tutto”

Paul Baccaglini torna alla carica per l’acquisto del Palermo Calcio ed esce allo scoperto: “Per me non è cambiato nulla. Io resto positivo”.

Paul Baccaglini, sì ancora lui.

L’ex inviato de Le Iene torna alla carica, riaprendo ufficialmente la trattativa per l’acquisizione delle quote del Palermo Calcio. Circa tre mesi fa il trader di Chicago, rappresentante del fondo d’investimento Integritas Capital, era uscito di scena. Era il 30 giugno 2017 quando Baccaglini si è visto respingere la sua offerta d’acquisto. Maurizio Zamparini non ha ritenuto nemmeno lontanamente adeguata (anzi ridicola) la proposta ufficiale del gruppo rappresentato dal manager italo-americano, rimanendo di fatto al timone del club rosanero. Niente closing, dunque. E stop della trattativa.

Zamparini: “Baccaglini, tua offerta ridicola. Palermo, ti racconto quali erano gli accordi”

Incassato il secco no da parte del patron friulano, Baccaglini ha deciso di progettare sottotraccia con il suo team di legali ed investitori una strategia di rilancio. Nei giorni scorsi, sarebbero intercorsi alcuni colloqui fra i legali di Baccaglini e l’avvocato dello studio legale Withers, che cura gli interessi dello stesso Zamparini. Il progetto dell’ex Iena, però, non sembra essere cambiato.

“E’ chiaro che il primo obiettivo è quello della riconquista della Serie A, ma questo è l’obiettivo di entrambe le parti in campo. Ma, oltre a questo, il nostro obiettivo è costruire lo stadio e portare avanti tutte le iniziative che avevamo in cantiere – ha dichiarato Baccaglini, intervistato ai microfoni de ‘La Repubblica’ -. Mi hanno detto che Santa Rosalia riesce a fare anche i miracoli più difficili a prescindere dalla matematica e dalle probabilità. Più seriamente, posso dire che ognuno di noi ha sempre sognato di avere una seconda possibilità nella vita. E noi questa possibilità l’abbiamo. A volte si fanno scelte e ragionamenti che poi con il tempo cambiano. Io voglio essere positivo. Un affare di questo tipo deve andare oltre agli screzi personali che possono esserci stati. Per me non è un problema. L’importante è raggiungere l’obiettivo”.

Baccaglini: “Niente date ma voglio fare presto. Amerò sempre Palermo, Zamparini o Obama…”

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mauro Sanero - 3 anni fa

    Meglio tenersi Zamparini che questo quaquaraquà, almeno lo conosciamo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tony Cordova - 3 anni fa

    Zamparini l’ha richiamato…gli e’ piaciuta la sua prima recitazione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. sbt5 - 3 anni fa

    Speriamo che tu riesca a liberarci, si liberarci nel vero senso della parola, perchè siamo , ormai da anni, prigionieri, di questo soggetto umorale e permaloso. Dobbiamo subire costantemente le sue volontà, nonchè le prese per il c……o; salvo poi chiedere di ritornare allo stadio, come chiedere perdono alla città intera, rivelatosi come la carta igienica. Sbagliare è umano ma lui è veramente diabolico. L’ultima presa per i fondelli è sbandierare la promozione, con un allenatore da lega pro e dei giocatori che non sono neanche da serie b a cominciare dal portiere, imposto come lo scorso anno a qualsiasi costo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giuseppe Vitale - 3 anni fa

    Quanto chiacchiera ! Non intervistatelo più o darete spazio ad una persona che e’ bravo a chiacchiere solo perché vuole stare al centro dell’attenzione !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Alessandro Pupelli - 3 anni fa

    Non l’avrei mai detto qualche mese fa. ..ma mi fido più di Zamparini che di questo quaquaraqua’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Francesco Aiello - 3 anni fa

    Solo parole mancano i fatti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. sbt5 - 3 anni fa

    L obiettivo della promozione è solo apparente da parte di Zampa. Altrimenti non si spiegherebbe l obbligo di schieramento da titola re di un portiere inaffidabile come lo scorso anno. La permanenza nella categoria farebbe incassare la seconda tranche di 15 mln di ero che sommati alle eventuali vendite farebbero ulteriore gruzzolo da intascare. Continuiamo a svuotare la scatola che così avrebbe un valore sempre più basso da parte del mercante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Luigi Leonardi - 3 anni fa

    Mi fido più di Cascio !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Luigi Leonardi - 3 anni fa

    Sei un fanfarone, ci vuoi solo speculare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Angelo Tuzzolino - 3 anni fa

    Grande PAUL

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy