Wuhan Zall, ritiro a Malaga: preparazione in Spagna per la squadra cinese tra allarmismo e psicosi da coronavirus…

Wuhan Zall, ritiro a Malaga: preparazione in Spagna per la squadra cinese tra allarmismo e psicosi da coronavirus…

Il Wuhan Zall, in vista dell’inizio del campionato cinese, sta svolgendo una parte della propria preparazione atletica a Malaga

La città di Wuhan è salita, a suo malgrado, alla ribalta della cronaca internazionale in questi ultimi giorni in quanto principale focolaio di quello che è stato denominato coronavirus. Tale forma virale, diffusasi principalmente in Cina, è risultato purtroppo essere letale già per oltre un centinaio di persone, generando, gioco forza, straordinarie misure di prevenzione e sicurezza sanitaria al fine di scongiurare una vera e propria epidemia che valicasse i confini del continente asiatico. Massima allerta e protocolli sanitari idonei adottati anche in Europa, con l’attivazione di una rigida serie di controlli ed esami approfonditi su tutti i soggetti provenienti dall’area interessata in presenza di qualsiasi sorta di sintomatologia riconducibile al virus.

Il Wuhan Zall , squadra di Prima Divisione cinese, dopo aver passato alcuni giorni prima a Shangai ,  trasferendosi poi a Istanbul e infine a Siviglia, sta proseguendo il percorso di preparazione atletica, già iniziata il 2 gennaio a Guangzhou, a Malaga. Location e sede di di allenamento molto gradita al tecnico spagnolo Josè Gonzalez e al suo vice Alfonso Cortijo. Appena arrivati in Spagna tutti i componenti del team cinese sono stati sottoposti a controlli di routine effettuati dalla Consulenza per la Salute e per la Famiglia dell’Andalusia. Monitoraggio ed esami accurati che hanno accertato che nessun calciatore né alcun  membro dello staff tecnico ha manifestato alcun tipo di sintomo legato al coronavirus, che sta creando le premesse di una vera e propria emergenza sanitaria su scala mondiale. La prima gara del club cinese del 2020 sarebbe in programma a Tianjin, contro il Teda, a circa 1000 chilometri di distanza, nei dintorni di Pechino, ma tutta la stagione agonistica potrebbe essere posticipata in relazione alla delicata situazione in Cina sul piano strettamente sanitario.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy