Verona-Juventus, Sarri: “Noi abituati a vincere facile. Classifica? Vietato lasciare punti per strada, questo campionato…”

Verona-Juventus, Sarri: “Noi abituati a vincere facile. Classifica? Vietato lasciare punti per strada, questo campionato…”

Le dichiarazioni del tecnico della Juventus, Maurizio Sarri, a margine della gara contro il Verona

Brutta serata per la Juventus.

Crolla al “Bentegodi” la formazione bianconera, sconfitta in rimonta dall’Hellas Verona nella sfida valida per la ventitreesima giornata di Serie A. A decidere le reti di Borini e Pazzini che traghettano la compagine veneta al sesto posto in classifica, frenando – invece – i Campioni d’Italia in carica. Un ko commentato al triplice fischio proprio dal tecnico della Juventus, Maurizio Sarri, intervenuto ai microfoni di “Sky Sport”.

“Sapevamo che loro ci avrebbero aggrediti nella fase iniziale della partita, sapevamo che avevamo bisogno di un po’ di tempo e che loro avrebbero avuto delle possibilità. Dopo il gol siamo stati più leggeri e abbiamo subito il gol con leggerezza. Subire gol quando siamo in vantaggio? Non penso sia una casualità totale, è un problema che stiamo cercando di risolvere e fin qui non ci siamo riusciti. Sicuramente è un aspetto da risolvere velocemente perché non possiamo lasciare punti, non è un campionato in cui si può vincere largo, quindi bisogna lottare punto a punto”.

L’allenatore ha poi analizzato il momento vissuto dalla squadra: “Noi dobbiamo essere preoccupati per certe reazioni mentali che abbiamo durante la classifica. Non possiamo lasciare punti perché questo campionato si deciderà punto a punto, dobbiamo diventare più cattivi in certe situazioni e questo è un messaggio che deve passare. La squadra da un po’ di tempo dà la sensazione che dopo il gol del vantaggio anziché salire di intensità abbia dei momenti di passività, è un aspetto da tenere in forte considerazione, forse in primaria considerazione. La rosa non è costruita per un modulo unico, non abbiamo coppie nello stesso ruolo. In base alle condizioni e alla disponibilità dei singoli bisogna adottare le soluzioni. Questa è una squadra che in passati ha vinto facile, quindi può avere dei cali di tensione durante una partita o da una partita all’altra. Bisogna creare una mentalità diversa e giocare di conseguenza. Se si riguarda come abbiamo preso il primo gol penso che non si possa parlare di tecnica o di tattica, solo di scelte fatte in maniera superficiale”.

Infine, due battute sulle condizioni di Douglas Costa: “Non ho ancora parlato con il dottore. purtroppo dal punto di vista muscolare è fragile, vedremo che cos’ha”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy