Verona-Genoa, Juric: “Vittoria strameritata, vi spiego mia esultanza. Europa? Testa solo alla salvezza”

Verona-Genoa, Juric: “Vittoria strameritata, vi spiego mia esultanza. Europa? Testa solo alla salvezza”

Le parole del tecnico dell’Hellas Verona, Ivan Juric, a margine della gara vinta contro il Genoa

Il Verona beffa il Genoa.

Si chiude con una vittoria il girone d’andata degli scaligeri, impostisi sul Genoa, nella sfida andata in scena questo pomeriggio al “Marcantonio Bentegodi”. Risultato che permette alla compagine veneta di volare a quota 25 punti in classifica, condannando invece il Grifone a rimanere inchiodato nella zona retrocessione. Successo analizzato al triplice fischio proprio dal tecnico del Verona, Ivan Juric, intervenuto nella consueta conferenza stampa post-gara.

“Secondo tempo entusiasmante? Anche il primo per me, abbiamo subito gol ma abbiamo creato tanto. Nella ripresa abbiamo dominato, è una vittoria strameritata. Mi è piaciuto tutto. Perchè giocare senza punte? Volevo togliere un riferimento a Romero, è molto bravo in quel lavoro. Mi andava meglio Verre che un attaccante. Non c’è rivalsa, ero concentrato sulla mia squadra. Giocavo contro persone con cui sono cresciuto, come Sturaro o Perin. Un po’ di emozione c’era, ma ero molto sereno e concentrato. Ho passato molti anni al Genoa e gli voglio bene. L’esultanza era per la prestazione della squadra, che ha fatto una grande prestazione. Stiamo migliorando nel gioco offensivo, non diamo riferimenti. Abbiamo fatto tante azioni belle, sono veramente soddisfatto oggi. Stiamo facendo bene, ma bisogna stare attenti, vedere da dove siamo partiti. Dobbiamo restare molto umili e mantenere l’obiettivo salvezza”. 

L’allenatore si è poi espresso sui singoli: “Verre? Come ho spiegato prima volevo togliere la punta vicino a Romero. Poi magari Pazzini era nella mia testa, ma non stava bene. Anche se comunque mi serviva un giocatore come Verre. Zaccagni ha fatto molte prestazioni buone, a livello tattico è fenomenale, legge il gioco in modo eccezionale. Sono contento per lui, ci teneva tanto a sbloccarsi, e il suo gol ci ha fatto vincere. Pessina è top, gioca ovunque. Ho pensato pure di metterlo terzo di difesa, ha un’intelligenza fantastica- Kumbulla sta crescendo, ha fatto cose che qualche mese fa non avrebbe fatto”.

Infine, due battute sul mercato:Ho avuto la sensazione di una grande prestazione oggi, per cui ero molto sereno. Speriamo di continuare a lavorare così. Dobbiamo fare qualcosa sul mercato, domani dovrebbe essere ufficializzato Borini, che ci ha scelto. Mi ha fatto molto piacere”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy