Venezia, Tacopina: “Domani saremo dove meritiamo, in Serie B”

Venezia, Tacopina: “Domani saremo dove meritiamo, in Serie B”

Il presidente dei Lagunari ha confermato la presenza del suo club al prossimo campionato di serie B

Giornata decisiva per le sorti del prossimo campionato di serie B.

Dopo una settimana esatta dalla decisione della Covisoc, domani il Consiglio Federale deciderà ufficialmente e in via definitiva le squadre che parteciperanno al prossimo campionato: saranno infatti comunicate le scelte prese in merito ai ricorsi presentati per la mancata iscrizione al campionato cadetto.

Tra queste vi è ovviamente il Palermo, che dopo aver evitato la retrocessione in serie C sembra ormai destinata a ricominciare a riscrivere pagine della sua storia dalla serie D. Venerdì mattina infatti, il sindaco della città Leoluca Orlando, presenterà il bando ufficiale attraverso cui metterà in vendita le quote della società da affidare ad un imprenditore serio che possa riportare il club di Viale del Fante nel posto che merita.

Palermo: venerdì mattina il sindaco Orlando presenterà il bando, la nota ufficiale

Tra i possibili candidati, il testa a testa per decretare chi sarà il prossimo proprietario del Palermo sembra essere tra Dario Mirri, imprenditore palermitano, e Massimo Ferrero, che potrebbe prendere in mano la società dopo aver completato la cessione della Sampdoria.

Sampdoria, un affare da 100 milioni: Ferrero ad un passo dal cedere il club a Vialli e soci. Il blitz a Palermo e la gaffe sui colori…

Il posto dei rosanero in serie B sarà preso quasi sicuramente dal Venezia, che era retrocesso dopo aver perso i playout contro la Salernitana. Una vittoria assoluta per il presidente dei Lagunari, Joe Tacopina, che direttamente dal ritiro della squadra ha commentato così il ritorno nel campionato cadetto: “Alla fine della giornata di domani saremo in B, anche se tutto quello che è successo non potrà essere cancellato, così come non si potrà cancellare la gestione assurda di quest’ultimo periodo. Penso di aver perso cinque anni della mia vita nelle ultime settimane e adesso saremo nel posto in cui dovremo essere. Saremo in Serie B, ma le cose nel mondo del calcio dovranno cambiare“.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-5345498 - 2 mesi fa

    Non lo meritate affatto, secondo quello che ha detto il campo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy