Velardi-Mediagol: “Pergolizzi ok, ecco i suoi segreti. Io al Palermo? Un sogno, la verità…”

Velardi-Mediagol: “Pergolizzi ok, ecco i suoi segreti. Io al Palermo? Un sogno, la verità…”

Le dichiarazioni rilasciate in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it da Francesco Mirko Velardi, ex centrocampista di Palermo e Marina di Ragusa

Di Massimiliano Radicini

Parola a Francesco Mirko Velardi, centrocampista originario di Palermo che ha mosso i suoi primi passi da calciatore proprio con la maglia della squadra della sua città. Nel mese di luglio, l’accordo con il Marina di Ragusa. Poi, a tre giorni dalla chiusura della sessione estiva di calciomercato, il dietrofront da parte della società del patron Carmelo Alabiso e l’addio a sorpresa.

Velardi-Mediagol: “Marina di Ragusa? Io messo alla porta, non potevano pagarmi lo stipendio e niente visite mediche. Certi personaggi…”

Intervistato in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it, il classe 1988 ha detto la sua sulle prestazioni offerte fin qui dal Palermo di Rosario Pergolizzi che nella giornata di domani affronterà proprio la squadra allenata da Salvatore Utro.

“Conosco Pergolizzi perché ho lavorato con lui tre anni quando militavo nella Primavera del Palermo, gli ho fatto un grande in bocca al lupo. Sono sicuro che farà bene perché è un allenatore di qualità e hanno messo a sua disposizione un organico importante. Il tecnico non ha avuto molta fortuna nella sua carriera ma merita tanto. Adesso ha una grande opportunità e sono sicuro che la sfrutterà bene. Lui è molto attento alla fase difensiva, magari in quella offensiva lascia un po’ più spazio alla fantasia. Sono contento dell’entusiasmo che la nuova società ha riportato in una piazza importante come Palermo. Conosco anche Sagramola perché era amministratore delegato quando io giocavo in Prima Squadra. Mi auguro da tifoso che il Palermo possa tornare presto dove merita, ovvero tra le prime dieci squadre di Serie A“, sono state le sue parole.

“Se ho sperato in una chiamata da parte del club rosanero? Penso che tutti i calciatori palermitani ci abbiamo sperato, ma io quando si stava formando la nuova società ero già al Marina di Ragusa in ritiro. Avevo preso un impegno e la mia intenzione era quella di terminare lì la stagione. Poi il club ha scelto di puntare soltanto sui giovani. Mi è dispiaciuta la modalità con il quale si sono interrotti i rapporti, perché se me lo avessero comunicato prima avrei potuto trovare altre soluzioni. Probabilmente se avessi aspettato si sarebbe aperta anche una porta con il Palermo, per me sarebbe un sogno tornare a giocare con la maglia della mia città. Ci ho pensato e mi piacerebbe, ma ormai la squadra è completa. So che è difficile, se non impossibile. Seguo il Palermo e continuerò a seguirlo in ogni categoria, da tifoso”.

Con la maglia del Palermo, d’altra parte, Velardi ha conquistato anche una convocazione in occasione di un match di Europa League: “Ero lì da giocatore ai tempi d’oro e sono contento di aver vissuto quei momenti: sono sicuro che il club li rivivrà ancora. Ci sono persone che fanno male al calcio ed il Palermo, così come il Foggia, in quarta categoria ne sono il risultato. Auguro il meglio alle due società. Io sono ancora in contatto con alcuni miei ex compagni come Amauri, Miccoli e Simplicio, siamo rimasti in buoni rapporti. Della squadra attuale, invece, conosco soltanto Corsino perché abbiamo giocato insieme e Santana perché l’ho affrontato da avversario”, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy