Trapani, il ds Rubino verso il ritorno: parte la caccia all’allenatore, Marino in pole? La situazione

Trapani, il ds Rubino verso il ritorno: parte la caccia all’allenatore, Marino in pole? La situazione

Il Trapani ripartirà da Raffaele Rubino, l’ufficialità potrebbe arrivare nella giornata di domani. E il nuovo tecnico…

Salvo imprevisti colpi di scena, sarà Raffaele Rubino il nuovo direttore sportivo del Trapani.

Nella giornata di domani, infatti, il dirigente originario di Roma – che prima di essere sollevato dall’incarico ha costruito la squadra che di recente ha conquistato la promozione in Serie B – firmerà il contratto che lo legherà nuovamente alla società granata. Resta da capire, però, chi allenerà la compagine siciliana dopo l’addio di Vincenzo Italiano, nuovo tecnico dello Spezia.

“Sull’allenatore ancora non mi esprimo. Dipenderà anche dal budget, non ho timori a dirlo. Ma dobbiamo affidare questa squadra a qualcuno che abbia esperienza della categoria. Non mi sento di affidare il gruppo ad un tecnico che non sappia cos’è la serie B. Magari sarà uno che non è stato nominato fra i papabili”, ha dichiarato di recente il presidente Giorgio Heller in merito alla scelta del nuovo allenatore (QUI L’INTERVISTA COMPLETA).

Chi avrà il compito di individuare il profilo più idoneo è proprio Rubino.

In cima alla lista dei desideri del Trapani, secondo quanto riportato dal ‘Giornale di Sicilia’, ci sarebbe Pasquale Marino, scelto e presentato ufficialmente in conferenza stampa dal Palermo prima del caos legato all’iscrizione in Serie B. Tuttavia, la situazione del tecnico originario di Marsala si chiarirà dopo il 12 luglio, quando il Consiglio Federale si pronuncerà definitivamente in merito all’esclusione della società rosanero al prossimo campionato. Solo a quel punto, infatti, Marino sarà libero di svincolarsi e firmare con un altro club.

“Le richieste economiche di Marino sarebbero, però, troppo elevate per il budget della società. […] Tra Marino, originario di Marsala, e la tifoseria granata il feeling potrebbe non essere così automatico. Tra Trapani e Marsala, nonostante la vicinanza geografica, sportivamente non corre buon sangue ma la statura di Marino è tale che questa circostanza non dovrebbe essere un ostacolo. Anzi potrebbe essere una mossa strategica per convogliare verso il Trapani parte della tifoseria della provincia, considerato che Marino è popolarissimo nella zona del marsalese che lo ha sempre seguito con grande affetto nella sua brillante carriera sportiva”, si legge.

Sullo sfondo, anche le ipotesi Massimo Drago e Devis Mangia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy