Torino-Lazio, lo sfogo di Giampaolo: “Oggi follia assoluta, non c’è giustificazione”

Il tecnico dei granata dopo la sfida contro la Lazio

Il Torino perde in casa contro la Lazio.

La clamorosa sconfitta del club granata arriva nei minuti di recupero: in 4 giri di lancette, infatti, la squadra di Simone Inzaghi ha ribaltato il risultato da 3-2 a 3-4, riuscendo a strappare i tre punti alla squadra piemontese. Al termine dell’incontro, il tecnico del Torino Marco Giampaolo ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport.

Spezia-Juventus, CR7: “Polemiche per il Coronavirus? Cristiano Ronaldo is back, conta questo”

Follia. Non è possibile perdere una partita al novantesimo sul 3-2. Per il momento in cui siamo, non c’è né tecnica né tattica, c’è solo gestione mentale di quel momento lì. Nelle ultime partite abbiamo segnato 10 gol e abbiamo raccolto un punto. Col Sassuolo ci siamo fatti raggiungere sul 3-3. Non c’è giustificazione, follia assoluta. Va capito il momento, il mestiere, al novantesimo è vita o morte sportivamente parlando. Dobbiamo uscire da questa situazione di classifica e abbiamo bisogno di punti. Step by step per tirarci fuori, cura dei particolari e la squadra l’ha fatta bene la partita: siamo in crescita, ma non possiamo regalare punti così. Sono partite che ti ammazzano. Non è giustificabile.Faccio fatica a pensare alla gara di mercoledì, adesso devo smaltire questa ed è tosta. Anche i calciatori. Ci penseremo. Quando si fanno sacrifici per lavorare punto su punto, non puoi regalare niente. Mercoledì sarà un’altra partita. Per noi può essere tutto possibile e tutto impossibile visto quello che abbiamo sciupato nelle ultime gare. La condizione mentale è determinante e questa squadra da gennaio scorso avrà vinto tre volte: c’è poco da discutere. L’autostima la costruiamo una partita alla volta, e nelle ultime ha fatto grandi progressi, ma bisogna capire che i punti vanno portati a casa in qualche modo. Mi auguro che la squadra sia avvelenata, che non dorma e che abbia la voglia di spaccare il mondo, lo stesso sentimento che ho io in questo momento. Non dirò nulla alla squadra domani e nemmeno dopo domani. Mercoledì si va a giocare e ci vuole l’esorcista, non è possibile, ognuno ci deve mettere del suo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy