Torino, Cairo sul caso Nkoulou: “Ci sono rimasto male, un professionista deve onorare i suoi impegni. Roma? Ha una penale”

Torino, Cairo sul caso Nkoulou: “Ci sono rimasto male, un professionista deve onorare i suoi impegni. Roma? Ha una penale”

Le parole del numero uno granata, Urbano Cairo, relative al “caso Nkolou” all’indomani della sfida contro il Sassuolo

Inizio di campionato complicato per il Torino.

Serata agrodolce per la formazione di Walter Mazzarri che, nonostante la vittoria maturata in casa contro il Sassuolo, si ritrova comunque a dovere fare i conti con la spinosa questione legata al “caso Nkoulou”. Il centrale classe ’90 infatti si era rifiutato di scendere in campo nella prima di campionato contro i neroverdi. Una scelta che ha fatto ampiamente discutere tifosi e dirigenza granata e su cui si è espresso anche il numero uno del Torino, Urbano Cairo, a margine della sfida.

“Ci sono rimasto molto male – ha rincarato la dose il presidente Urbano Cairo sempre a Sky Sport – se non ci sei con la testa, lo dici prima. Perché per noi quella contro il Wolverhampton era una partita molto imporante. Non è una cosa logica, mi ha lasciato di stucco. Ci sono delle cose che veramente non capisco, un professionista deve sempre onorare i suoi impegni. Farlo con la massima voglia possibile. Il giocatore adesso dovrà chiarire qualcosa alla società ma anche ai compagni. A Bormio parlammo dell’obiettivo Europa league, eravamo tutti super coinvolti. Sentire che poi uno non c’è con la testa, mi lascia stupito. Avevo detto che avrei trattenuto tutti, ci sono riuscito ad oggi e cercherò di riuscirci fino alla fine. N’Koulou resta a Torino. Lui avrà altre idee magari, ma per me non si muove. La Roma su di lui?  Se la Roma contatta un nostro giocatore c’è una penale di 900 mila euro”. (Clausola imposta a Petrachi prima dell’addio).

Chiosa finale sul mercato: “Preferisco non fare nomi di giocatori che non sono miei. Pochi volti nuovi? Non ci dimentichiamo di Bonifazi, che può essere considerato un nuovo acquisto. Lyanco, per esempio, ha fatto un grande campionato la scorsa stagione, lo abbiamo preso e tenuto rifiutando offerte importanti. Abbiamo riscatto Ola Aina, Asaldi, Djidji. Vorrei aggiungere un attaccante a sinistra che giochi di destro. Verdi? Ci siamo mossi, abbiamo fatto i nostri tentativi. Ma abbiamo anche delle alternative”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy