Tedesco: “Contento dei successi di Stellone e Liverani, con Fabio a Palermo fu una splendida annata”

Tedesco: “Contento dei successi di Stellone e Liverani, con Fabio a Palermo fu una splendida annata”

Le dichiarazioni di Giovanni Tedesco, ex capitano e allenatore del Palermo

Parla Giovanni Tedesco.

L’ex capitano e allenatore del Palermo, intervenuto ai microfoni del Corriere dello Sport, si è complimentato con Fabio Liverani e Roberto Stellone – che domenica in occasione di Lecce-Palermo si sfideranno, per la prima volta, da allenatori -, svelando anche qualche piccolo retroscena legato agli anni trascorsi insieme sui campi da calcio: “Sono davvero contento dei successi di Fabio e Roberto. Mi piacciono perché in un’epoca in cui tutti gli allenatori credono di imitare Saul o Guardiola, loro restano se stessi cercando una propria identità. Liverani invece era allenatore già quando giocava, in certe sedute me lo ricordo cosi esigente da far piangere qualche compagno, in mezzo al campo vedeva le cose prima degli altri, leggeva le situazioni in anticipo. Immagino che abbia riportato le stesse caratterisriche in panchina”. 

“Con Stellone e Liverani eravamo compagni di corsi a Coverciano – ha aggiunto l’ex centrocampista -, sedevamo nello stesso banco e da calciatori abbiamo condiviso splendide annate. Con Fabio a Perugia e Palermo, con Roberto a Genova in un campionato fantastico. Stellone aveva grandi doti. Coppia d’attacco Stellone-Milito: uno spettacolo. Il tandem perfetto. Milito un falco, lui ci metteva fisicità. Non fosse stato per gli infortuni che l’hanno frenato, Roberto aveva le qualità per stare 10 anni in Serie A. Da calciatore Stellone lo vedevo più distaccato, non pensavo restasse neIl’ambiente a certi livelli. E’ stato bravissimo ad aprirsi una strada con umiltà, partendo dalla Beretti del Frosinone, e classico caso di uno a cui nessuno ha regalato niente – ha concluso Tedesco –“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy