Super League, FIFPro risponde all’UEFA e si schiera: “Ci opporremo all’esclusioni dei giocatori dalle Nazionali”

Il sindacato dei calciatori prende posizione dopo la nascita della Superliga tramite un comunicato ufficiale

super league

La FIFPro risponde all’Uefa prendendo posizioni dopo la nascita della Superlega.

Si schiera e lo fa attraverso un comunicato il sindacato dei calciatori, FIFPro, dopo la nascita della Superlega. Il sindacato mondiale dei calciatori che riunisce 64 federazioni e più di 65mila atleti, si è infatti espressa su quanto sta succedendo attorno al progetto Superlega, opponendosi all‘ipotesi di escludere i giocatori dei club che parteciperanno alla Superlega dalle rispettive Nazionali.

Ci opporremo con forza alle misure di entrambe le parti che ostacolerebbero i diritti dei giocatori, come l’esclusione dalle loro squadre nazionali”.

“Questo comunicato – continua la nota –  lascia ai giocatori e ai loro sindacati molte preoccupazioni e domande sull’impatto che avrà questa decisione sul tessuto e sull’identità culturale del calcio, ma anche più praticamente sulle loro carriere. Il calcio si basa sul suo patrimonio sociale e culturale unico, che non solo gli conferisce un rapporto ineguagliabile con i suoi tifosi, ma ha anche creato il motore per diffondere il gioco professionistico come nessun altro sport. Affinché ciò sia sostenuto, è fondamentale una cooperazione sana e solidale tra competizioni nazionali e internazionali. Una nuova concorrenza che mina questo potrebbe causare danni irreparabili”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy