Serie C, caos Trapani: il Comitato buca l’appuntamento con Alivision. Niente stipendi e ora…

È sempre più caos in casa Trapani

È sempre più caos in casa Trapani.

Nella giornata di ieri, bisogna pagare gli emolumenti di agosto, e sostanzialmente chiudere la stagione 2010/20: in sostanza, occorreva versare circa 300 mila sugli otre 650 mila euro necessari, mentre la parte restante deve essere pagata entro il 16 ottobre, così come disposto dagli organismi federali. Tuttavia, sembrerebbe che i pagamenti non sarebbero avvenuti. Il mancato pagamento, pertanto, porterebbe prima al deferimento e poi ad una, scontata, penalizzazione, così come avvenuto nel corso della passata stagione per gli ormai famosi 70 mila euro. Il regolamento prevede 2 punti di penalizzazione, ma, dato che il Trapani sarebbe recidivo, i punti di penalizzazione diventerebbero 4.

trapaniA complicare la situazione – spiega il portale ‘Trapanigranata.com’, la presa di posizione dei rappresentanti del comitato “C’è chi il Trapani lo ama”, che dopo non essersi presentanti dal notaio Camilleri per l’acquisizione delle quote del club granata, avrebbero chiesto ulteriore tempo prima di decidere di farsi carico di una situazione complicatissima tra debiti (quasi 5 milioni), stipendi non pagati, rosa ridotta all’osso ed istanza di fallimento. Dunque, per il momento il Trapani è tutto di Gianluca Pellino, che dovrà concentrarsi sulla partita di Catanzaro, per evitare l’esclusione diretta dal campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy