Saraniti: “Classifica e campionato, ecco cosa ci è mancato. Ternana e Bari inarrivabili? Nulla è impossibile”

Andrea Saraniti, tra passato, presente e futuro: l’attaccante rosanero si racconta

Parla Andrea Saraniti.

Arrivato in Sicilia quest’estate dal Lecce, coronando il desiderio di poter giocare nella squadra della sua città, l’attaccante rosanero, nato e cresciuto a Palermo ma maturato a Vibo la Valentia con la casacca della Vibonese, ha un obiettivo: strascinare in alto, a suon di gol, la squadra di mister Boscaglia. Il classe ’88, infatti, intervenuto ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’, si è detto pronto e deciso a continuare a conquistare la stima dei compagnie quella dei tifosi.

Saraniti: “Le critiche non mi preoccupano, vado avanti! Non sono come Totti, ma darò tutto per il Palermo”

Di seguito, le sue dichiarazioni.

“Bilancio girone d’andata? A livello personale mi do la sufficienza: potevo fare qualcosa in più. La squadra: il gruppo è nuovo e abbiamo avuto tanti problemi. Certamente bisogna fare meglio, ma credo che avremmo meritato qualche punto in più. Cosa ci è mancato? Qualche vittoria. Abbiamo lasciato punti per strada, penso a Bisceglie, Viterbese o Turris. Però resto ottimista, perché il nostro è un gruppo solido guidato da uno staff preparato. Risaliremo, arriveremo ai play-off e magari anche in una buona posizione. I conti alla fine. Ternana e Bari inarrivabili? Nulla è impossibile e io ne sono la prova vivente, perché dopo una retrocessione in D ho vinto 2 campionati di C e uno di B. Dobbiamo pensare a noi stessi e tirare fuori tutto il nostro potenziale. Magari davanti cominciano a perdere colpi, mai dire mai, insomma. Il Palermo ha valori e qualità. Non ci resta che fare meglio contro quelle squadre con cui non siamo riusciti a vincere e invece avremmo dovuto farlo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy