Salernitana, Lotito presenta Ventura: “E’ l’uomo giusto, vi spiego perché. Puntiamo ai vertici del campionato”

Salernitana, Lotito presenta Ventura: “E’ l’uomo giusto, vi spiego perché. Puntiamo ai vertici del campionato”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal patron della Salernitana: “È stato mortificante doverci giocare la salvezza ai rigori”

Lo scorso 30 giugno l’ufficialità: Gian Piero Ventura è il nuovo allenatore della Salernitana.

Dopo la breve e poco fortunata esperienza sulla panchina del Chievo Verona, l’ex commissario tecnico della Nazionale italiana ha deciso di ripartire dalla Serie B, firmando un contratto che lo legherà alla società campana per un anno, con opzione per la stagione successiva.

Intervenuto in conferenza stampa in occasione della presentazione del nuovo tecnico, il patron Claudio Lotito ha spiegato i motivi che lo hanno indotto a scegliere di puntare proprio su Ventura in vista del prossimo campionato. Di seguito, le sue dichiarazioni.

“Con vivo piacere oggi sono qui. Ci tenevo ad esserci per presentare il mister al quale sono legato con stima e ammirazione profonda. Ritengo sia la persona ideale per la piazza di Salerno dove ci sono tanti intenditori di calcio. È l’uomo giusto per i palati fini. La società ha ritenuto di dover investire su una persona di qualità come mister Ventura, che è un uomo di calcio capace di far esprimere al meglio le proprie squadre. Sono convinto che il mister favorirà la crescita di tanti giocatori con buone potenzialità. Ritengo che la mia presenza sia importante perché questo è l’anno del centenario. Ringrazio i tifosi per la festa, sono lontano fisicamente ma ho visto quella manifestazione con i tifosi e le famiglie che hanno dimostrato il loro attaccamento ai colori granata. Siamo qui per far crescere il club, per creare un calcio di spettacolo e che porti risultati, dobbiamo coniugare lo spettacolo con i risultati”, sono state le sue parole.

“La stagione precedente ci ha consegnato una situazione non idonea rispetto alle potenzialità della squadra, ma siamo abituati a fare tesoro delle esperienze. Il sottoscritto era presente, non è scappato: ho seguito la squadra, ho viaggiato in pullman con la squadra e credo di aver avuto un minimo merito se sul campo ci siamo salvati. C’è bisogno che il presidente sia presente per assumersi la responsabilità di certe scelte. È stato mortificante doverci giocare la salvezza ai rigori, il nostro obiettivo è quello di puntare ai vertici del campionato. Per questo motivo è stato preso Ventura. Stiamo valutando diversi giocatori, sia per capacità tecniche che morali, ma l’importante è che abbiano le giuste motivazioni. In ogni partita la squadra dovrà combattere e dimostrare attaccamento alla maglia”, ha concluso Lotito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy