Sagramola: “Dovessimo aggiudicarci il bando, daremmo grande importanza al settore giovanile”

Sagramola: “Dovessimo aggiudicarci il bando, daremmo grande importanza al settore giovanile”

L’intervista all’ex ad rosanero, Rinaldo Sagramola: “Ai ragazzi del Palermo e alle loro famiglie dico di non disperdersi, perché chiunque si aggiudicherà il bando avrà la necessità di ricostruire il settore giovanile”

Se Dario Mirri ha deciso di affidarsi a Rinaldo Sagramola, di certo non è solo per una questione di amicizia.

Il dirigente romano, vecchia conoscenza del Palermo Calcio (in cui ha svolto il ruolo di amministratore delegato durante la gestione Zamparini) ha maturato una grandissima esperienza partendo proprio dai dilettanti e collezionando diversi successi in tutte le categorie.

Clicca qui per approfondire: (VIDEO Palermo, Sagramola: “Io e Mirri lavoriamo per rilevare il club rosanero, nostro obiettivo…”)

Il nome dell’ex ad rosanero è fortemente legato a quello della Lodigiani, anche se ad oggi vi sarebbero delle differenze sostanziali tra la formazione laziale e quella siciliana ed il paragone tra le due realtà parrebbe solo fattibile in termini di percorso. Ai tempi, infatti, Sagramola riuscì ad accompagnare i capitolini dalla Promozione fino alla C1, facendone il terzo club di Roma.

Fu un’esperienza di successo – ricorda con orgoglio Sagramola, intervistato da La Gazzetta dello Sport –. Dalla Lodigiani sono passati tanti giocatori importanti. Da Totti, che prendemmo da una società di Trastevere prima che andasse alla Roma, a Di Michele, passando per Apolloni, Bellucci, Silenzi, Terlizzi. Ricordo anche altri due ex rosanero come Di Donato e Toni che pescammo altrove, riuscendo a valorizzarli al meglio. Dovessimo aggiudicarci il bando del Comune, come speriamo, daremmo grande importanza al settore giovanile e a questo proposito ci tengo a rivolgere un pensiero ai ragazzi del Palermo e alle loro famiglie: non disperdetevi e non lasciatevi prendere dall’ansia, perché chiunque si aggiudicherà il bando avrà la necessità di ricostruire il settore giovanile. Detto ciò, non credo che si possano fare altre analogie tra il Palermo che verrà e quella Lodigiani“.

Clicca qui per leggere la seconda parte dell’intervista all’ex ad rosanero: (Sagramola: “Il nostro è un progetto serio, vogliamo un tecnico giovane e con esperienza in Serie D”)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sbt5 - 11 mesi fa

    Importanza al settore giovanile ed alla territorialità.
    Grande futuro per questi colori.
    La nostra terra è ed è sempre stata fucina di grandi campioni……………….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy