Roma, Simplicio: “Gli anni nella Capitale i più importanti vissuti in Italia. Di Francesco? Sbagliato esonerarlo”

Le dichiarazioni dell’ex Palermo e Roma, Fabio Simplicio, relative al suo passato in giallorosso

Fabio Simplicio torna a parlare della Serie A: campionato in cui lo stesso ha militato, con le maglie di Parma, Palermo e Roma, per ben 8 stagioni.

Nonostante abbia lasciato l’Italia nel 2012, l’ex numero 7 giallorosso, non dimentica il bel Paese. A testimoniarlo sono le parole dello stesso giocatore che, intervistato sulle frequenze di “Radio CRC”, ha ricordato la sua lunga esperienza nella massima serie italiana soffermandosi in particolare sulla sua avventura con la maglia della Roma: club in cui, l’ex centrocampista brasiliano, ha militato dal 2010 al 2012.

“Gli anni a Roma sono stati i più importanti vissuti in Italia e anche se non ho vinto trofei, per la mia carriera Roma è stata fondamentale. Ranieri è un allenatore molto bravo ma non so se è la persona giusta per la Roma di oggi. Avrei lasciato finire Di Francesco”. Sono le dichiarazioni dell’ex giocatore della Roma, Fabio Simplicio a Radio Crc. “Il Napoli poteva vincere lo scudetto ma la Juve è troppo superiore. In Europa League può arrivare fin fondo ma se vuole vincere, l’anno prossimo, deve prendere dei giocatori forti. Allan? Ha giocato benissimo contro la Rep. Ceca e la convocazione in Nazionale è meritata. Può avere vita lunga nella nostra nazionale brasiliana”. Cavani “è un giocatore fantastico ma un carattere particolare. Eravamo sempre insieme come fratelli. In tutte le squadre ha fatto bene, ora è in difficoltà al Paris Saint Germain ma è un giocatore di qualità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy