PSG, Al Khelaifi eletto presidente dell’ECA: “Sono onorato, ecco come sostituirò Agnelli”

Le dichiarazioni del patron qatariota

psg

Onorato di ricoprire questo importantissimo ruolo.

Superlega, Zeman: “Idea sbagliata, nata in modo ‘carbonaro’. Iniziativa di club zavorrati da bilanci disastrosi”

Queste le prime parole di Nasser Al-Khelaifi da neo presidente dell’ECA, eletto in seguito alle dimissioni nelle ultime ore di Andrea Agnelli. Il patron del PSG è intervenuto proprio a margine dell’elezione, esprimendo tutta la sua contentezza nel rappresentare un ruolo importante all’interno delle logiche calcistiche europee. Specialmente in un momento estremamente particolare come quello attuale, il numero uno qatariota ha voluto ribadire l’importanza di valori sani come l’integrità e l’unione tra tutti i club a livello continentale.

PSG

VIDEO Superlega, Gravina: “Torniamo alla normalità, legati fortemente ai sani valori del calcio”

Ecco le sue parole, rilasciate a margine del caos della Superlega che ha coinvolto l’ormai ex presidente dell’ECA Andrea Agnelli“Sono onorato di essere stato nominato presidente dai miei colleghi membri del consiglio di amministrazione dell’ECA. La leadership, l’integrità e l’unione della nostra organizzazione non sono mai state così necessarie come in questo momento cruciale del calcio europeo. Fornirò il mio impegno incondizionato all’intera comunità calcistica: ciò significa a tutti i club membri dell’ECA di ogni nazione europea, ai tifosi e alle comunità che rappresentano. Insieme a tutti i miei colleghi membri del consiglio di amministrazione e club, sto cercando di rafforzare l’ECA nel suo ruolo di voce legittima e unica dei club europei. Il nostro gioco, adorato da generazioni di tifosi, prospererà solo se unito, ed è nostro dovere come custodi del calcio adempiere a questo obbligo”.

Milan-Sassuolo, De Zerbi: “Non dobbiamo dimostrare nulla. Superlega? Nessuna offesa, ma forse non potrò allenare Milan, Juve e Inter…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy