Portogallo-Lituania, il ct Urbonas: “Cristiano Ronaldo? In campo non ci sarà soltanto lui…”

Portogallo-Lituania, il ct Urbonas: “Cristiano Ronaldo? In campo non ci sarà soltanto lui…”

Il ct della Lituania ha parlato alla vigilia della sfida contro il Portogallo

La Lituania si prepara a sfidare nuovamente il Portogallo.

Domani sera avrà inizio il penultimo turno delle qualificazioni all’Europeo del 2020, e tra le tante nazioni in campo ci saranno anche i campioni in carica del Portogallo, che tra le mura dell’Estadio Algarve affronteranno la Lituania alla ricerca di tre punti fondamentali per mantenere la distanza dalla Serbia e conservare il secondo posto del gruppo B.

Alla vigilia del match il ct della Seleção ha assicurato la presenza di Cristiano Ronaldo, che nonostante le brutte prestazioni con la Juventus ed una condizione fisica non ottimale giocherà dal primo minuto per trascinare i suoi verso la vittoria.

Portogallo-Lituania, il CT Santos smentisce Sarri: “Le condizione di CR7? Sta benissimo e giocherà. Qualcuno vuole…”

I tifosi della Lituania ricorderanno certamente CR7, che nella gara d’andata giocata a Vilnius sul campo dell’LFF Stadium realizzò addirittura quattro reti diventando il miglior marcatore nella storia delle qualificazioni agli europei. Il ct dei gialloverdi, Valdas Urbonas, non sembra però intenzionato esclusivamente a trovare un modo per fermare Ronaldo, come dichiarato da lui stesso in conferenza stampa: “Staremo attenti a tutti i giocatori, non soltanto a Ronaldo. Ci siamo accorti della sua qualità quando ha giocato a Vilnius, ma non dovremo concentrarci soltanto su di lui. Presteremo maggiore attenzione, questo è ovvio, ma ci sono anche altri 10 giocatori in campo. L’importante è l’intera squadra, il Portogallo ha dimostrato di essere forte vincendo Europeo e Nations League. Individualmente i miei giocatori non sono forti come quelli di Santos, ma dobbiamo trovare un modo per limitarli e combatterli“.

La Lituania è ultima in classifica con soltanto un punto, e Urbonas spera che i suoi uomini troveranno un modo per uscire a testa alta dal campo a prescindere dal risultato: “Domani sarà una partita molto importante per noi, non ci capita tutti i giorni di affrontare una Nazionale forte come il Portogallo. Voglio che i miei giocatori dimostrino cosa sono capaci di fare e che siano felici di scendere in campo. Non domineremo il possesso del pallone, ma sarà importante avere una difesa organizzata“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy