Perinetti-Mediagol: “Tonali-Milan? Aveva l’accordo con l’Inter, ma Cellino è stato decisivo. Tutto su Juventus e Inter, il Coronavirus…”

L’intervista esclusiva rilasciata dal direttore sportivo del Brescia, ex Genoa e Palermo, alla redazione di Mediagol.it

Giorgio Perinetti sul mercato delle big di Serie A e sul momento complicato vissuto dal mondo del calcio e non solo, a causa dell’emergenza sanitaria mondiale legata alla diffusione del Coronavirus.

L’ex direttore sportivo del Palermo, attualmente totem dirigenziale in seno al Brescia di Massimo Cellino, ha ripercorso step e dinamiche della trattativa culminata nel trasferimento di Sandro Tonali dal Brescia al Milan. Il manager romano, nel corso dell’intervista esclusiva rilasciata alla redazione di Mediagol.it, si è inoltre soffermato sulle strategie in sede di calciomercato adottate dai top club del massimo campionato italiano.

“Quanto è stato complesso gestire la trattativa Tonali-Milan? Sandro aveva un mercato importantissimo pre-Covid-19 anche su scala internazionale, poi sembrava che lui e il suo agente avessero stipulato un mezzo accordo con l’Inter. Il nostro presidente ha capito che la trattativa doveva essere condotta ad altro livello e ha trovato dunque un accordo direttamente con Paolo Maldini e in qualche giorno ha definito tutto. Un’operazione brillante e dai molteplici benefici per tutte le parti in causa, che prevede premesse e viatico ideale per l’esplosione definitiva del calciatore, ma anche un corrispettivo importante per il Brescia che servirà per la gestione complessa di questa Serie B. Il patron Cellino è stato molto bravo a intuire che doveva cambiare strategia e impostare una trattava col Milan, molto rapida e seria, con la chiusura dell’affare che è avvenuta in pochissimo tempo. Calciomercato Serie A? La Juventus ogni anno ha una squadra fortissima, abbiamo già capito che saranno i favoriti assoluti anche in questa stagione, soprattutto dopo la ciliegina Federico Chiesa. Il ritorno di Morata, la conferma di Dybala e l’inserimento di McKennie sono colpi davvero importanti. L’Inter penso si sia avvicinata abbastanza avendo migliorato la rosa in modo esponenziale, Conte finalmente ha dei ricambi importanti e di assoluta qualità e questo in Serie A è fondamentale. I nerazzurri hanno preso giocatori funzionali alle idee del proprio allenatore ma anche centrato l’obiettivo  di allargare la rosa rendendola più ricca”.

Calcio e Coronavirus – “L’incubo Coronavirus sul campionato di Serie A? Intanto speriamo che contagiato non voglia dire ammalato gravemente, in poche parole, questo il quadro che pare profilarsi in questa seconda ondata. Ci sono delle precauzioni da prendere soprattutto per non nuocere agli altri, ma direi che al momento, nel rispetto di misure preventiva e protocollo sanitario federale, si può andare avanti. In una situazione emergenziale come questa è normale che ciascuno debba fare qualche rinuncia, se noi continuiamo a far prevalere le logiche di condominio siamo fuori da ogni logica e il calcio rischia di chiudere. Se noi affrontiamo questo problema enorme come sistema, sapendo che si dovranno fare anche delle rinunce (penalizzazioni in sede di formazione e giocatori disponibili), allora riusciremo a salvare il sistema calcio. Se non giochiamo, l’interesse di chi ci fa stare vivi, sponsor e televisioni, si indebolisce, se non diamo una stabilità economica al calcio questo rischia di smettere di sopravvivere. Nessuno investe su un campionato in cui non si sa chi decide, se tutti quanti non ci diamo una regolata allora il calcio si ferma. Se succede, muore il tutto in sei mesi, se ognuno di noi farà un piccolo sforzo allora finiamo i campionati e probabilmente otteniamo di giocare. In questo momento è la vittoria più importante”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy