Pergolizzi: “Scontento del risultato, ma il campionato è lungo. Oggi agonismo protagonista, Santana…”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico rosanero Rosario Pergolizzi al termine di Palermo-Savoia

Prima sconfitta stagionale per il Palermo.

Si ferma a dieci la striscia di vittorie consecutive del club del duo Mirri-Di Piazza. I rosanero, infatti, incassano una sconfitta tra le mura amiche del ‘Renzo Barbera’ all’undicesima giornata del campionato di Serie D contro il Savoia. I siciliani, però, restano in testa alla classifica con 30 punti, a +9 sulle dirette contendenti.

Palermo-Savoia 0-1: rosa sterili e nervosi, Diakite rompe l’incantesimo e ferma la striscia della capolista

Il tecnico Rosario Pergolizzi, intervenuto in mixed zone al termine del match, ha commentato la prestazione dei suoi: “Perdere logicamente non fa piacere soprattutto perché da ormai 10 partite eravamo abituati a vincere, ma non cambia nulla e andiamo avanti. Era una partita dove avremmo potuto far gol nei primi 20 minuti e in realtà lo abbiamo fatto (non so se fosse fuorigioco), da lì in poi è stata una partita molto maschia dove l’agonismo è diventato il protagonista principale. Loro si sono chiusi bene e noi non abbiamo mai sbagliato, poi un errore su una lettura ci ha condannati. Questa è una squadra che ha una sua fisionomia, oggi questa era la squadra che stava meglio e quindi non avrei potuto cambiare strategia. Non ho voluto subito rischiare Santana perché lo volevo solo come motivatore dato che era reduce da un infortunio. In casa noi giochiamo a pallone però rispetto ad altre partite oggi non avevamo preso alcuna ripartenza, abbiamo sbagliato una lettura di gioco. È stata una partita a scacchi, sono scontento del risultato ma vado avanti e penso già alla sfida di domenica contro la Palmese. Il campionato è lungo, si vince solo nelle ultime cinque giornate. So che prima o poi i numeri devono finire, ci siamo tolti quest’imbattibilità di dosso“.

Di Piazza: “Mi aspettavo una prima volta diversa. Ci sapremo rifare, siamo il Palermo. L’arbitraggio…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy