Pergolizzi: “Noi pronti a giocarcela con tutti, chi ha scelto questo club ha qualcosa in più. Serie D? Il nostro obiettivo finale…”

Pergolizzi: “Noi pronti a giocarcela con tutti, chi ha scelto questo club ha qualcosa in più. Serie D? Il nostro obiettivo finale…”

Le dichiarazioni del tecnico del Palermo, Rosario Pergolizzi, nell’ultimo giorno di ritiro pre-campionato dei rosanero

Il Palermo si prepara a fare il suo ritorno in città.

Ultimo giorno a Petralia Sottana per i rosanero che, dopo il test contro il Lascari vinto per 6-0, questa mattina è sceso in campo per sostenere l’ultimo allenamento nel comune madonita prima di tornare nel capoluogo siciliano in attesa dell’inizio del campionato di Serie D 2019/20 che partirà il prossimo 1° settembre. Ed è proprio al termine del ritiro pre-campionato della formazione siciliana che il tecnico Rosario Pergolizzi ha tracciato un bilancio di questi primi 15 giorni di lavoro soffermandosi, inoltre, su altri temi caldi in casa rosanero tra cui l’obiettivo promozione.

“Il nostro obiettivo finale va conquistato attraverso un percorso, che sarà composto da salite e discese. Bisognerà affrontarlo nel modo giusto. I giocatori sono stati scelti per la loro mentalità e il loro modo di porsi verso questa nuova avventura. La società ha chiesto loro se erano disposti a sudare per questa maglia, indipendentemente da fattori economici e da precedenti esperienze. La voglia è stata fondamentale. Non è un’esperienza facile, chi ha scelto di diventare un nuovo giocatore del Palermo ha qualcosa in più. È importante capire che la mentalità e la cattiveria giusta per affrontare la Serie D arriveranno prendendo qualche schiaffo e rialzandosi. Attraverso il lavoro e la conoscenza della categoria conquisteremo l’obiettivo. Noi ce la giocheremo alla pari con tutti. Abbiamo rispetto delle squadre che affronteremo, ma abbiamo rispetto anche di noi stessi. Se noi lavoriamo e scendiamo in campo con i giusti principi avremo una marcia in più. Esordio a Marsala? Cercheranno di risistemare il campo, attualmente non è pronto. Questo non ci fa paura però. La mentalità dovrà essere la stessa indipendentemente dalle altre società e dai campi in cui andremo a giocare. Io devo preoccuparmi della preparazione della squadra. I giocatori mentalmente sono pronti. Hanno capito che devono plasmarsi e stare insieme per conquistare l’obiettivo. È ancora presto però, sarà importante essere affiatati anche nei momenti meno belli”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy