Pelagotti: “Possiamo dire la nostra in campionato, presto Palermo al top. Promozione? Sarebbe un sogno”

Alberto Pelagotti suona la carica

Parla Alberto Pelagotti.

L’estremo difensore del club di Viale del Fante, protagonista indiscusso – sia dentro che fuori lo spogliatoio – del nuovo Palermo targato Hera Hora, intervenuto ai microfoni di Tgs, nel corso della trasmissione ‘Tgs Studio Sport’, fa il punto della situazione della squadra rosanero, che dopo un avvio di stagione deludente e tormentato è riuscita a risorgere conquistando 11 punti in cinque partite, frutto di tre 2 pareggi e 3 vittorie consecutive.

“Abbiamo molti margini di miglioramento, possiamo fare ancora meglio. Presto vedremo il Palermo al top. Questa è una squadra che può ancora dire la sua in campionato. Come viviamo lo svantaggio in classifica sulla Ternana? Effettivamente non la guardiamo la classifica. Dobbiamo guardare gara dopo gara e poi vedere cosa succede. Anche se abbiamo avuto qualche piccola difficoltà, io ho sempre creduto che la squadra fosse forte”.

SITUAZIONE CORONAVIRUS – “Fortunatamente sono stato uno dei pochi che non ha preso il Covid. Ho avuto la fortuna di allenarmi con continuità. In quei giorni abbiamo cercato di tenere il morale più alto possibile. Ogni mattina cercavo di sentire i miei compagni per capire come stavano. Li chiamavo per avere novità sul virus. Sono stati momenti non facili, ma questo ci ha aiutato a compattarci. Questo si è visto anche sul campo, sono arrivati anche sul campo. E’ stata una cosa che ci ha fatto unire ancore di più”.

LA GARA COL POTENZA – “Abbiamo cercato di fare la nostra partita, ma gli avversari ci aspettavano bassi. Erano 11 dietro la linea della palla e non era facile trovare spazio. Abbiamo aspettato il momento giusto per trovare il varco giusto. Noi siamo stati bravi a sfruttarlo”.

SOGNI E OBIETTIVI – “Quanto possiamo migliorare ancora? Il Palermo è migliorato rispetto alle prime giornate, e il nostro obiettivo è continuare a migliorare giorno dopo giorno. Piano piano stiamo diventando una squadra sempre più compatta. La promozione rimane un sogno. La classifica non la guardiamo veramente, ma dobbiamo cercare di vincere più partite possibili”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy