Pelagotti: “Avvio deludente, ma non scoraggiamoci. Vogliamo vincere il campionato, ho un messaggio per i tifosi”

Alberto Pelagotti suona la carica

Parola ad Alberto Pelagotti.

Il numero uno del Palermo, intervistato ai microfoni di ‘Trm’ nel corso della trasmissione ‘Siamo Aquile’, è tornato a parlare delle prestazioni offerte fin qui dalla compagine siciliana, reduce dalla sconfitta maturata domenica pomeriggio contro l’Avellino fra le mura amiche dello Stadio “Renzo Barbera”. Ma non solo; l’esperto estremo difensore ex Empoli, infatti, si è espresso anche sugli obiettivi dei rosanero in vista dei prossimi impegni ufficiali.

Di seguito, le sue dichiarazioni.

“A Terni abbiamo offerto una bella presentazione, io personalmente ho fatto anche qualche bell’intervento ma siamo qui per questo: è andata bene e sono contento così. Non siamo partiti benissimo, è vero, ma ciò non vuol dire niente. La squadra deve rodare in maniera perfetta, spero già dalla prossima chele cose vadano per come si deve, io comunque riguardo sempre le partite e le analizzo attentamente. Le sconfitte in campionato? Nella prima eravamo indietro di condizione a causa della mancanza di amichevoli. Poi l’atteggiamento è migliorato e. a Terni ci siamo riscattati come qualità. Contro l’Avellino non abbiamo fatto male fino al secondo gol preso in cui abbiamo accusato il colpo. Ma fino a quel momento la partita fu equilibrata. Poi ci è mancato quel pizzico di voglia in più per portare a casa il risultato. Sicuramente bisogna essere più cinici e fare quel salto di qualità caratteriale. La società ha sempre detto che il piano è biennale, ma io da calciatore voglio vincere il campionato come tutti i miei compagni, poi se non ci si riesce è un altro discorso, ma noi giochiamo sempre per vincere. Tifosi scontenti del nostro avvio? Personalmente non leggo i social anche se mi piace starci. I nostri tifosi ci stanno mancando, per noi sono il classico uomo in più, per ora non è possibile e quindi dobbiamo concentrarci su noi stessi. Alla tifoseria, però, dico stare tranquilla e avere fiducia in noi perché porteremo tanta felicità. Noi siamo una squadra nuova, cerchiamo di lavorare il più possibile insieme per fare prestazioni eccellenti e portare più punti a casa. Più giochi e più trovi certe tempistiche di gioco, ma non deve essere un alibi il fatto di non aver fatto amichevoli”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy