Parma, Inglese: “Ho voluto fortemente tornare qui. Voglio esordire con la Nazionale…”

Parma, Inglese: “Ho voluto fortemente tornare qui. Voglio esordire con la Nazionale…”

Il centravanti dei ducali si è presentato ai microfoni dei cronisti presenti presso il ritiro di Prato allo Stelvio

Inglese

Roberto Inglese pronto a vestire nuovamente la maglia del Parma.

Dopo una stagione formidabile nel corso della quale ha realizzato nove reti e trascinato i suoi compagni di squadra verso una salvezza ottenuta con largo anticipo, il centravanti classe ’91 era ritornato al Napoli, club che ne detiene il cartellino, ma dopo un paio di settimane è stato nuovamente acquistato dai ducali.

Giunto presso il ritiro della squadra, Inglese si è presentato ai microfoni di cronisti presenti, parlando della sua voglia di continuare ad essere uno dei pilastri dei gialloblù: “Avevo trattative in atto però prima di tutto ho messo il Parma perché ho trovato persone che mi hanno voluto bene, che mi hanno accolto in maniera splendida e sicuramente è stata la mia prima scelta. Ho voluto fortemente tornare qui e devo ringraziare tutta la dirigenza e la presidenza per lo sforzo economico per portarmi qui, cercherò di dare il massimo per ripagare la loro fiducia. Conosco già i compagni, l’ambiente e i metodi del mister, però sicuramente i metodi di lavoro quando cambi squadra sono molto differenti quindi è un valore aggiunto arrivare qui in ritiro e lavorare con lo staff e i compagni. Nazionale? Sicuramente è un obiettivo che mi sono posto, giocare con continuità e cercare di arrivare a quella maglia che ho indossato ma con cui non ho ancora esordito ufficialmente. Facendo bene io e la squadra cercheremo di toglierci questa soddisfazione. L’anno scorso si è creato un legame particolare con il mister, è inutile negare che abbiamo un buon feeling venendo anche dalla stessa terra. E’ stato subito uno degli allenatori con cui mi sono trovato meglio. E il modo di giocare in cui sono lì da solo in avanti è quello che prediligo, sono contento sia per le sue idee sia per il suo modo di giocare. Questo ha fatto la differenza“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy