Parma, D’Aversa: “Inzaghi tra i top allenatori, visto cose straordinarie. Caso Gervinho? Ecco tutta la verità”

Parma, D’Aversa: “Inzaghi tra i top allenatori, visto cose straordinarie. Caso Gervinho? Ecco tutta la verità”

Le dichiarazioni del tecnico dei Ducali, Roberto D’Aversa, sul momento vissuto dal calcio italiano e alcuni temi caldi in casa Parma

Parma

Parola a Roberto D’Aversa.

Momento delicato per il calcio italiano, sospeso a seguito delle direttive del Governo per contrastare la diffusione del Covid-19. A soffermarsi sull’argomento è il tecnico dei ducali Roberto D’Aversa che, intervenuto ai microfoni di “Sportitalia”, si è espresso su alcuni temi caldi relativi alla Serie A.

“In questo momento è davvero difficile ragionare sull’argomento calcio. Vorrei cogliere l’occasione per mandare un abbraccio a Luca Leone che ha perso il padre in questo periodo terribile. Per tutti noi è cambiato totalmente il quotidiano, avevamo poco tempo a disposizione quando c’erano gli allenamenti mentre ora è tutto il contrario. Dopo la Spal la situazione è andata peggiorando in città. Devo fare un plauso a tutti i giocatori che hanno cercato di interrompere subito tutte le attività ed evitato rischi inutili. Parma-Spal? Quel giorno è stato spiacevole per il calcio italiano, non abbiamo dato una immagine bellissima del nostro campionato. Si poteva dare un quadro diverso, ma ognuno pensa ai propri interessi e lì invece bisogna solo pensare alla situazione in generale”.

Inevitabile la parentesi relativa al caso Gervinho: “Per ben due volte Gervinho ha cercato di parlarmi visto il nostro ottimo rapporto. Mi ha chiesto di dargli una mano sulla cessione ma io gli ho ribadito che era un giocatore importante per noi nell’immediato. Nei rapporti umani credo molto e sono una persona onesta e diretta, c’è stata una forzatura da parte familiare, ma poi è saltato tutto. Il gruppo poi è fatto di ragazzi speciali e ragionevoli e tutto si è risolto e ci ha anche aiutato a vincere qualche partita come a Reggio contro il Sassuolo”.

Chiosa finale sugli allenatori e sulla lotta scudetto: “A Sarri serve del tempo, ma è primo in classifica ed è agli ottavi di Champions. Lo stesso Conte sta facendo benissimo, nonostante ci sia ancora distanza tra Inter e Juventus. La Lazio sta mettendo alle corde la Juve, bravo anche Simone con i biancocelesti. Podio allenatori italiani? Liverani direi terzo, primo e secondo Gasperini e Simone Inzaghi: stanno facendo cose straordinarie con realtà che non sono abituate a quella posizione di classifica. Questi sono i tecnici che stanno facendo grandi cose con le rose che hanno a disposizione”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy