Palermo, tra centro sportivo e calciomercato: la “Fase 2” della società rosanero

Palermo, tra centro sportivo e calciomercato: la “Fase 2” della società rosanero

In attesa di conoscere ufficialmente il suo futuro, la società rosanero inizia a gettare le basi per proseguire il lavoro iniziato questa estate

La «Fase 2» del Palermo sarà vissuta più fuori che dentro al campo, sia per quanto riguarda gli investimenti infrastrutturali che per la campagna acquisti in vista della prossima stagione“.

Apre così l’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia analizzando i prossimi passi che effettuerà il club rosanero per gettare le basi in vista della prossima stagione e non solo. In cima ai programmi c’è sicuramente quello di costruire il nuovo centro sportivo. La soluzione più accreditata al momento è quella di Torretta (le alternative sono Monreale e Carini): “Prima della pandemia di Covid-19, l’obiettivo dichiarato del club era quello di avere a disposizione l’impianto entro il 2020. Ragionevolmente, adesso, per la fine dell’anno si può sperare di aver avviato i lavori, sempre che l’emergenza sanitaria non costringa l’intero Paese a fermarsi ulteriormente“.

La “Fase 2“, però, non faciliterà solamente le trattative per l’acquisto dei terreni in cui costruire il centro sportivo, ma anche un primo approccio al calciomercato. Tra i tanti calciatori monitorati dal duo Sagramola-Castagnini potrebbe tornare di moda quelli attenzioni nei mesi scorsi, come Piccolo della Cremonese e Marsura del Livorno o Fischnaller del Sudtirol: “Nomi che potrebbero tornare di moda, specialmente in un mercato che si preannuncia in grossa crisi per l’intero calcio italiano”, conclude il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy