Palermo-Teramo, Guana: “Filippi un uomo vero, ha un merito. Della città ricordo una cosa”

Ecco le dichiarazioni dell’ex mediano rosanero

palermo

A Palermo esperienza positiva, potevi sempre contare sull’apporto della città.

Queste le parole di Roberto Guana, ex centrocampista del Palermo e attuale vice tecnico del Teramo. La formazione guidata da Massimo Paci sarà la prima avversaria dei rosanero nell’esordio playoff, ultima possibilità per gli uomini di Giacomo Filippi di ottenere la promozione in Serie B. Il classe ’81 ha sottolineato in primissimo luogo il coraggio dimostrato proprio dall’allenatore del Palermo – ormai ex vice di Roberto Boscaglia – di accettare l’incarico di guidare la franchigia della ‘Favorita’ fino al termine della stagione corrente.

Una scelta difficile – a detta dello stesso Guana -, che ha parlato così della scossa data da Filippi a tutto l’organico siciliano nella seconda parte del campionato di Serie C: “Il mister del Palermo è stato coraggioso nell’accettare l’incarico, non conosco i rapporti che aveva con Boscaglia. Personalmente mi troverei in difficoltà – ha affermato nell’intervista concessa ai microfoni di Diretta Stadio Lunedì su Gold 78 – . Penso che abbia valutato tutti i pro e i contro, e abbia ben ponderato. Allenare il Palermo non è da tutti, una società così blasonata, e non è facile, ma il risultato appena raggiunto gli ha dato ragione. Credo sia cambiato qualcosa nell’atteggiamento, la qualità l’hanno sempre avute. Palermo ha un certo peso, e se le cose non vanno bene è tutto molto più difficile, più che in altre piazze. I ragazzi del Palermo si sono compattati e sono riusciti a raggiungere un grande risultato”.

PLAYOFF SERIE C, UFFICIALE: ECCO QUANDO SI GIOCA PALERMO-TERAMO

 

L’ex centrocampista rosanero è poi tornato indietro nel tempo a quando vestiva la casacca della compagine di Viale del Fante. Diversi i ricordi positivi legati alla sua esperienza palermitana e al rapporto con la città, maturati tra il 2006 e il 2009:”Io ho vissuto tre anni a Mondello e me la sono goduta. Ricordo che mi ha impressionato, tornando da Bad, abbiamo disputato un allenamento al Barbera, c’erano ben 10.000 persone. Facevamo un allenamento aerobico con giri di campo, con un boato ogni volta che passavamo: ogni volta racconto quell’amore, che non mi è più capitato. Il palermitano è una persona che ho amato: sono persone buone ma toste. Non so perché io vengo da Brescia.. ma ci leggo una persona disponibile che non bisogna tradire. Bresciano lo soffrivo, non sorrideva mai, sai australiano (ride). Simplicio era solito fare scherzi e nel campo prendeva i lombrichi mettendoli nelle scarpe di Bresciano, che poi incolpava me. Simplicio e Amauri ridevano poi come matti“.

Teramo, Iachini avverte il Palermo: “Vinceremo, ne sono convinto. A Santoro dico…”

Chiosa finale rispetto al suo rapporto con Massimo Paci, attuale tecnico del Teramo al quale Guana deve la sua piena crescita nel mondo della panchina:“A Massimo devo tutto, sto crescendo come allenatore con lui. Abbiamo un bellissimo rapporto, c’è totale confidenza, mi chiede sempre consigli, pur prendendo lui le decisione, ma c’è un grande lavoro di condivisione che mi gratifica”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy