Palermo, settimana decisiva: dal processo Zamparini alla decisione sul commissariamento. I dettagli

Palermo, settimana decisiva: dal processo Zamparini alla decisione sul commissariamento. I dettagli

Cinque giorni di fuoco per il club rosanero: domani la la Lega comunicherà chi ha presentato le domande di iscrizione, martedì il processo a Zamparini. Il 4 la decisione della Covisoc, il 5 il CdA del club di viale del Fante e la decisione sul commissariamento

Una settimana caldissima. E non solo per le condizioni meteo. Quella che si apre domani sarà la settimana in cui si deciderà il futuro del Palermo. E anche quello del suo ex proprietario Maurizio Zamparini che con la gestione degli ultimi anni ha determinato l’epilogo verso cui sta andando il club“.

Apre così l’edizione odierna de La Repubblica sottolineando come i prossimi giorni saranno decisivi per le sorti del club di viale del Fante che sta attraversando uno dei periodi più bui della sua intera storia. La mancata presentazione della domanda di iscrizione comporterà l’esclusione della squadra dai campionati. Il primo passo in tal senso lo farà la Lega B che domani comunicherà alla Covisoc tutte le domande che sono pervenute entro la data del 24 giugno.

Martedì sarà invece il giorno del processo all’ex proprietario del Palermo Maurizio Zamparini, che attualmente si trova agli arresti domiciliari. Processo “che si svolgerà con il rito immediato davanti ai giudici della quarta sezione del tribunale di Palermo presieduta da Bruno Fasciana – si legge sul quotidiano –. Per il gip Guglielmo Nicastro c’è l’evidenza della prova per i reati di cui è accusato il patron che sono falso in bilancio e false comunicazioni sociali nella gestione del Palermo per la vicenda della compravendita del marchio a società riconducibile allo stesso Zamparini allo scopo di aggiustare i bilanci del club“.

Palermo, concordato per salvare dipendenti e fornitori: si spera nell’intervento della famiglia Zamparini

Fra mercoledì e giovedì l’organo di vigilanza della società sportive, contesterà le domande di iscrizione che sono state presentate. Tra le richieste di ammissione contestate ci sarà certamente quella del Palermo, con la società di viale del Fante che potrà presentare ricorso pagando 15 mila euro. Il problema non è però relativo alla tassa da pagare, ma piuttosto al fatto che le società potranno correggere e contestare eventuali errori, non per integrare la documentazione.

Ultima tappa di questa settimana rovente sarà quella di venerdì con l’assemblea totalitaria dei soci del Palermo e la decisione del tribunale in merito alla richiesta di commissariamento. Per quanto riguarda il primo appuntamento: “Se la proprietà dovesse assumersi le sue responsabilità e portare i libri in tribunale i tempi per la nascita di un nuovo sodalizio sarebbero molto veloci; come, diversamente invece sembra che accadrà, la proprietà rappresentata da Salvatore Tuttolomondo darà battaglia fino a che i provvedimenti saranno presi d’ufficio“. Per quanto riguarda invece il commissariamento il tribunale si baserà su quanto andrà a dichiarare il curatore speciale Fabrizio Guerrera che ha assistito da vicino alle vicende che ha attraversato la società rosanero nelle ultime settimane.

Futuro Palermo, Mirri e Sagramola avanzano: Ferrero c’è, Cairo e Preziosi attendono. I cinesi pronto allo sbarco in Sicilia…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy