Palermo, Santana verso il forfait: si ferma anche Sforzini. Pergolizzi studia la formazione anti-Savoia

Palermo, Santana verso il forfait: si ferma anche Sforzini. Pergolizzi studia la formazione anti-Savoia

Il tecnico rosanero pensa alle alternative per sopperire alla quasi certa assenza dell’argentino, si va verso la conferma del tridente Ficarrotta-Ricciardo-Felici

Un dilemma destinato a protrarsi. La presenza di Santana nella sfida di domenica col Savoia resta in dubbio, soprattutto dopo il test in famiglia di ieri“.

Apre così l’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia, parlando della probabile formazione che scenderà in campo domenica alle ore 14.30 per sfidare il Savoia. Nell’allenamento pomeridiano di ieri, al “Pasqualino” di Carini, Santana ha lavorato a parte con i preparatori atletici e il suo rientro sembra sempre più a rischio. L’obiettivo di Pergolizzi è quello di riuscire a portare l’argentino quantomeno in panchina, recuperandolo in extremis.

Nel corso del test in famiglia, effettuato ieri, il tecnico del Palermo ha provato il probabile tridente che scenderà in campo domenica, con Ficarrotta e Felici larghi e Ricciardo al centro dell’attacco: “A differenza di altre volte, però, Pergolizzi non ha mischiato del tutto le carte. Tolti Crivello e Martinelli, schierati nell’altra formazione, ha di fatto provato il solito undici titolare col 4-3-3: Pelagotti tra i pali, Doda e Vaccaro sugli esterni, Peretti in coppia con Lancini al centro della difesa, Martin regista con Mendola e Kraja (nuovo look per lui, con la testa rasata) ai fianchi e il tridente già visto la scorsa settimana“, si legge sul quotidiano.

Palermo, “Avanti dilettanti”: la rinascita del club rosa sbarca su 11FREUNDE, il commento di Mirri e Orlando

Per quanto riguarda, invece, Corsino, il centrocampista palermitano sarà costretto a sottoporsi ad un intervento per la ricostruzione del legamento crociato anteriore, dopo che gli esami strumentali hanno confermato la prima diagnosi. Difficile ipotizzare al momento le tempistiche per il suo rientro, con l’ex Primavera che fin qui aveva disputato solo uno scampolo di partita in Coppa Italia contro il Biancavilla.

Gli unici a lasciare il campo anzitempo nella partitella sono stati Sforzini e Peretti. L’attaccante rischia seriamente di non esser a disposizione per la gara di domenica, a causa di una botta al piede, mentre il difensore ex Hellas Verona ha abbandonato il terreno di gioco dopo un colpo alla nuca. Ad assistere alla seduta, dagli spalti, anche il direttore sportivo Renzo Castagnini e l’amministratore delegato Rinaldo Sagramola.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy