Palermo, Orlando ufficializza l’avviso del bando e illustra i dettagli: Mirri in pole, opzione Ferrero ma occhio alla sorpresa Lotito. Tutti i candidati…

Palermo, Orlando ufficializza l’avviso del bando e illustra i dettagli: Mirri in pole, opzione Ferrero ma occhio alla sorpresa Lotito. Tutti i candidati…

Il primo cittadino palermitano è pronto ad annunciare i dettagli relativi al bando per l’assegnazione del titolo sportivo del club rosanero…

Frammenti d’attesa.

Stamane, esattamente poco dopo le 11, nel corso della preannunciata conferenza stampa che avrà luogo a Palazzo delle Aquile,  Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, diramerà pubblico avviso e illustrerà ufficialmente il bando per l’assegnazione del titolo sportivo del Palermo Calcio. Il club rosanero, in seguito alle gravi inadempienze temporali e sostanziali evidenziate all’atto della presentazione della domanda di iscrizione al prossimo campionato di Serie B, vedrà con ogni probabilità confermato oggi al termine del consiglio federale quanto già stabilito dalla Covisoc. L’organo di vigilanza della Figc sui bilanci e la situazione contabile dei club professionistici ha stabilito che il Palermo di proprietà di Arkus Network non possiede i requisiti economico-finanziari per ottenere la licenza nazionale e di conseguenza l’idoneità all’iscrizione al prossimo torneo cadetto.  In ragione della probabile ed imminente revoca dell’affiliazione con la federazione, il club rosanero, ricostituendo un nuovo soggetto giuridico, sarà costretto a ripartire dalla Serie D. La fine di un’era entusiasmante ed altalenante per la società di viale del Fante: dalla straordinaria promozione in Serie A del 2004, ai trionfi sulle big del nostro calcio e la partecipazione alle competizioni europee, dalla parata di stelle del firmamento calcistico mondiale consacratesi tali in maglia rosanero alla finale di Coppa Italia del 2011. Per poi imboccare una rovinosa parabola discendente, finire con gli ultimi anni pieni di passaggi di proprietà di difficile letture, gestioni approssimative e dalle dinamiche astruse, trattative, o presunte tali, fumose e infinite, destinate a dissolversi in un nulla di fatto dopo roboanti genesi mediatiche, potenziali acquirenti e grandi delusioni. Adesso tutto viene azzerato, si riparte dai dilettanti per provare nuovamente la grande scalata verso i piani alti del mondo del calcio.

Palermo, dieci derby e “fattore giovani”: ecco la Serie D che attende i rosanero…

Sono diversi gli imprenditori che si sono fatti avanti, già all’indomani del 24 giugno, data in cui il Palermo non ha depositato la documentazione completa per l’iscrizione al prossimo campionato di Serie B. Da quel giorno in poi, nonostante i numerosi comunicati di Arkus Network e di Salvatore Tuttolomondo, la città ed i tifosi avevano già ben compreso quale sarebbe stato il destino dei rosanero.

Palermo, oggi il “no” al ricorso di Arkus: via alla rifondazione, ma restano il Coni e il Tar…

Mirri, Ferrero e Di Piazza, ma anche i cinesi, gli americani e Follieri. Nella corsa al Palermo, secondo indiscrezioni raccolte dalla redazione di Mediagol.it, bisognerebbe però aggiungere anche Claudio Lotito. L’attuale proprietario di Lazio e Salernitana, ( club granata detenuto in equa compartecipazione con Mezzaroma, infatti, starebbe pensando seriamente di inserirsi nella corsa all’acquisizione del titolo sportivo club rosanero. Lotito possiede già due club calcistici, uno in Serie A ed uno in Serie B, ma non è da escludere che possa proporre la sua candidatura, visto che il bando non può precludere a nessun possibile investitore, in presenza di dovuti requisiti, la presentazione dell proprio progetto.

Palermo in Serie D, blitz di Ferrero in città: Mirri si prepara per il rush finale

I “paletti” posti nell’avviso del sindaco Orlando sono altri: il piano triennale economicamente solido e finalizzato al ritorno in Serie B, la salvaguardia dei dipendenti della vecchia società, la gestione dello stadio, lo spazio riservato all”azionariato popolare e gli investimenti nel settore giovanile e nel calcio femminile.

Orlando: “I primi di agosto formulerò la mia proposta a Gravina. Ecco quali saranno le condizioni per partecipare al bando”

Sta di fatto che il Palermo fa gola a molti. Negli ultimi giorni, tra l’altro, sembrerebbe che diversi soggetti stiano anche accarezzando l’idea di unire le proprie risorse per riuscire a sopraffare la concorrenza, non è quindi da escludere che si possano creare dei sodalizi finalizzati alla corsa per acquisire il titolo del club rosanero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy