Palermo, la società pensa in grande: sì al centro sportivo, no al nuovo stadio. I dettagli

Palermo, la società pensa in grande: sì al centro sportivo, no al nuovo stadio. I dettagli

Il club rosanero è a lavoro per trovare un terreno dove far sorgere la sua nuova ‘casa’, dall’altra parte attende il Comune per l’ammodernamento dello stadio

La scelta è precisa ed indica la prospettiva da grande che il Palermo vuole avere: la società avrà a breve, o in tempi considerati ragionevoli, un centro sportivo tutto suo“.

Apre così l’edizione odierna de Il Corriere dello Sport, parlando dei progetti della società rosanero. Fin dal momento dell’assegnazione del titolo sportivo, Mirri e Di Piazza hanno ribadito la loro intenzione di costruire una nuova casa per il Palermo. Tante le ipotesi al vaglio, ma adesso in corsa vi sono tre opzioni: quella di Torretta, al momento la più accreditata, quella di Monreale e quella di Carini.

Palermo, progetto centro sportivo: ipotesi Torretta. La situazione

Per quanto concerne lo stadio, invece, la linea è quella di non costruirne uno nuovo da zero, visti anche i problemi burocratici che vi sarebbero. Piuttosto il club di viale del Fante pensa ad ammodernare l’attuale “Renzo Barbera“, in maniera tale da renderlo al passo con i tempi: “La strada seguita è potenziare il Barbera attraverso la cessione, da parte del Comune proprietario del bene di un diritto di superficie che permetta al Palermo di gestirlo direttamente. I contatti con l’amministrazione erano già positivamente avviati, riprenderanno al ritorno alla normalità. Impianti moderni come sistema per generare sviluppo e autofinanziamento, una vecchia idea. La vera novità sarebbe renderla operativa, il Palermo ci sta provando“, conclude il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy