Palermo, i numeri della crisi: nove gare da dimenticare, pochi tiri e pochi gol. Il Savoia corre

Palermo, i numeri della crisi: nove gare da dimenticare, pochi tiri e pochi gol. Il Savoia corre

I rosanero nelle ultime nove gare hanno totalizzato solamente quindici punti e realizzato otto reti. Il distacco col Savoia è passato da +13 a +3

Nove partite per piombare nella crisi“.

Apre così l’edizione odierna de “Il Giornale di Sicilia” parlando dell’attuale momento in casa Palermo. I rosanero, reduci dal pareggio esterno per 1-1 contro il San Tommaso, negli ultimi due mesi non hanno mantenuto il cammino avuto nelle prime dieci gare, riuscendo a totalizzare solamente 15 punti nelle ultime nove gare.

Dopo il ko interno col Savoia, che ha interrotto la striscia di successi della formazione di Pergolizzi, Martinelli e compagni hanno avuto una marcia da metà classifica, con una media di poco più di un punto e mezzo a gara, “con un attacco a dir poco asfittico e una difesa che ha smesso di essere un bunker, anche in trasferta dove prima di sabato aveva incassato solamente un’autorete“, si legge.

Palermo, infortunio Doda: oggi l’esito degli esami. Pergolizzi studia le alternative, i rosanero potrebbero tornare sul mercato

Il distacco con i campani è passato da +13 a +3 e domenica scorsa, se il Castrovillari non fosse riuscito a pareggiare con un rigore nei minuti di recupero, la distanza sarebbe diventata solamente di un punto. Il Savoia, infatti, nelle ultime nove uscite ha ottenuto ben otto successi ed un pareggio, per un totale di 25 punti, ben 10 in più rispetto a quelli ottenuti dai rosanero nello stesso periodo.

Negli ultimi due mesi e mezzo solo una volta il Palermo ha ottenuto due vittorie consecutive, contro Fc Messina e Giugliano, mentre le altre vittorie sono sempre state seguite da un pareggio: “Ciò che più preoccupa, però, è l’immobilismo in fase realizzativa“. E contro il San Tommaso è emerso nuovamente un altro problema che sembrava ormai superato: “Ancora una volta il Palermo ha rischiato di chiudere la partita solamente con un tiro in porta, quello che ha portato al gol di Langella“.

Palermo, si torna a Boccadifalco: rosanero al “Tenente Onorato” da ospiti, l’accordo con l’ente militare…

Il numero di tiri in porta è salito a due solamente nei minuti finali con il pallonetto tentato da Ficarrotta, salvato sulla linea dalla retroguardia irpina. Una squadra che tenta poche conclusioni e che naturalmente, in virtù di questo dato, segna poco (otto gol nelle ultime nove gare). “Numeri che fanno male, ma che rappresentano alla perfezione la realtà in cui il Palermo si è ritrovato dopo un inizio fulminante“, conclude il quotidiano.

Mirri: “Il calcio in Sicilia deve rinascere, Palermo città di Serie A. La mia speranza per il futuro…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy