Palermo, giocatori ancora bloccati: per il via libera si attende il verdetto del Coni

Palermo, giocatori ancora bloccati: per il via libera si attende il verdetto del Coni

I calciatori del Palermo che non hanno ancora trovato una sistemazione stanno attendendo il verdetto del Coni, che li libererà definitivamente dai vincoli contrattuali con il club di Viale del Fante

I calciatori del Palermo attendono la decisione del Coni.

La decisione del Consiglio Federale sembrava aver spento ogni speranza per il futuro del club rosanero, destinato dunque all’esclusione dal prossimo campionato di serie B, ma Salvatore Tuttolomondo ha deciso di giocare l’ultima carta a sua disposizione rivolgendosi al Collegio di garanzia dello sport del Coni, che dovrà esprimersi relativamente alla legittimità della decisione presa dal Consiglio.

A contare con ansia il passare dei giorni prima della sentenza sono chiaramente i giocatori ancora tesserati con il Palermo, che ormai sono senza stipendio da ben quattro mesi e aspettano soltanto il via libera del Coni per lasciare la Sicilia ed approdare alla corte delle loro nuove squadre, che nel frattempo stanno vagliando l’ipotesi di depositare subito i loro contratti al fine di non lasciarli ancora immobilizzati. Scelta che potrebbe risultare la più appropriata per i calciatori, dal momento che le tempistiche per il verdetto sono variabili: l’anno scorso i giocatori del Bari hanno dovuto aspettare quasi dieci giorni prima di ottenere il definitiva via libera da parte della Federcalcio.

La legge impone un controllo del Coni – dice Danilo Coppola, avvocato dell’Aic che sta monitorando la situazione – e non è una questione che dipende dalla Federazione. Il Palermo ha diritto ad appellarsi e nessuno può impedirglielo, anche se dispiace per i ragazzi. Fin quando non arriva lo svincolo non possono andare da nessuna parte, neanche allenarsi, e questo per loro è un danno. Si tratta di qualche giorno, non certo di mesi. Anche lo scorso anno col Bari è successa la stessa cosa e non stiamo scoprendo nulla di nuovo“.

In attesa del verdetto anche i procuratori si stanno muovendo per preservare il futuro dei propri protetti, chiedendo direttamente a Lega e Federazione garanzie quantomeno per le tempistiche della decisione. Il ricorso presentato da Arkus Network sarà un vincolo per i calciatori fin quando non si completerà l’iter in sede di giustizia sportiva, anche se comunque l’esito sembra essere ancora più che scontato. I calciatori attendono dunque il via libera per poter iniziare a lavorare con le rispettive nuove squadre, senza limitarsi a dover fare da spettatore: BrignoliPirrelloMoreo hanno già sostenuto le visite mediche con l’EmpoliIngegneri è approdato al Modena e il Venezia ha trovato l’accordo con PominiFiordilino. A questa lista si aggiunge anche Embalo, che volerà in Belgio per vestire la maglia dell’Eupen.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy