Palermo-Foggia, Filippi: “Lavoriamo su un aspetto, Crivello e Luperini? Rispondo così, su Peretti centravanti…”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Palermo in conferenza stampa

Palermo

Parola a Giacomo Filippi.

Palermo

Mercoledì 14 aprile, alle ore 15.00 allo Stadio “Renzo Barbera”, la compagine rosanero affronterà il Foggia. Di seguito, le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Palermo, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match valido per il recupero della trentatreesima giornata del Girone C del campionato di Serie C.

“Crivello out dai titolari? Finora è stata sempre una scelta tecnica, poi sabato ha sentito un piccolo risentimento muscolare. Non c’era per fortuna nulla di grave, oggi si è allenato senza problemi e sarà comunque a disposizione. Gara d’andata? È stata forse la peggiore giocata da noi, errori inammissibili che hanno favorito i rossoneri. Non l’abbiamo presa in esame perché il modulo è diverso, abbiamo studiato invece il gioco dei pugliesi. Lucca è chiaramente un calciatore importante per questa squadra, si possono trovare delle alternative alle caratteristiche che mancano. Non è facile rodare tante soluzioni, ma ci stiamo lavorando considerando che Saraniti ha delle caratteristiche simili a Lorenzo se dovesse mai essere della partita. Dobbiamo riuscire a trovare la giusta compattezza”.

TABU’ SOTTO PORTA – “Lavoreremo per trovare un modo che ci permetta di essere più efficaci sotto porta, purtroppo però non abbiamo la bacchetta magica. Peretti centravanti? È stata una mossa nel recupero per poter sfruttare la sua altezza sui calci da fermo, è normale che non lo sto provando in allenamento perché lui è un ottimo centrale difensivo. Non è una cosa che ho provato o che penso di provare. Luperini? A Monopoli un po’ tutta la squadra non si è espressa al massimo, contro la Vibonese ha giocato una partita normale. Nelle partite precedenti aveva dato qualcosa in più, ma ogni match fa storia a sé; consideriamo pure che Gregorio ha sempre giocato ed è un diesel. Non ne faccio un caso, ma è un dato di fatto che nelle ultime due partite non è stato determinante come nelle altre.

LE ALTERNATIVE A LUCCA – “Il calcio è imprevedibile, noi dobbiamo essere sempre sul pezzo in ogni partita e cercare di commettere meno errori possibili. Bisogna guardarsi le spalle da tutti, ma se facciamo punti noi questo può anche non servire. Saraniti? Ho detto che per caratteristiche fisiche si avvicina di più a Lucca, ma ci sono anche altri attaccanti che mi possono dare delle garanzie in tal senso. Se Andrea si allena bene è un’ottima soluzione per noi, anche Rauti che secondo me ha offerto un’ottima prestazione contro la Vibonese nel ruolo di punta centrale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy